Cronaca Lombardia

De Donno, suicida il primario delle cure anti Covid al plasma

Agli amici aveva detto: “Sono stanco degli attacchi”

De Donno, suicida il primario delle cure anti Covid al plasma

 Mantova - È morto a 54 anni il dottor Giuseppe De Donno, sostenitore della controversa terapia sperimentale anti-Covid a base della trasfusione di plasma iperimmune (cioè proveniente dai guariti dall’infezione). Il primario è morto suicida: è stato trovato nella sua abitazione a Curtatone, dove abitava con la moglie e una figlia. Giuseppe De Donno, 54 anni, ex primario pneumologo Dal 5 luglio aveva cambiato vita: da primario ospedaliero a medico di medicina generale a Porto Mantovano.

Una scelta sofferta, ma frutto di una lunga riflessione: voleva stare a contatto con il territorio e seguire i suoi pazienti uno a uno, forse con meno stress rispetto a quanto fatto in ospedale. «L’esperienza del Covid mi ha cambiato – aveva confessato durante la diretta Facebook – e da oggi cambio vita». Ma qualcosa di negativo nelle sua mente si era insediato ormai da qualche mese. «Sono stanco – aveva confidato agli amici – stanco dei troppi attacchi che ho subito, stanco che ancora oggi che sono uscito dall’ospedale continuo a ricevere, anche da parte di colleghi».


© Riproduzione riservata