Moda e Gossip Tv

Raoul Bova compie 50 anni, sarà Don Matteo

Raoul Bova chiamato a sostituire Terence Hill in Don Matteo

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-08-2021/raoul-bova-compie-50-anni-sara-don-matteo-500.jpg Raoul Bova compie 50 anni, sarà Don Matteo

Raoul Bova, padre calabrese e mamma campana, cresciuto a Roma, incarna da trent'anni l’immagine dell’attore bello ed affascinante, che ha mosso i primi passi tra i set, diventando un volto notissimo al grande pubblico televisivo. Oggi compie 50 anni, ma l’incedere del tempo non pare aver scalfito il suo fascino.

Occhi blu e profondi, con i primi capelli bianchi che fanno capolino e quella barba ben curata che pare essere diventata per lui strumento di seduzione, Bova fa ancora innamorare. E se indubbiamente il suo fisico lo ha aiutato a farsi largo nel mondo dello spettacolo, lo si deve anche a quell’impegno costante nelle vasche del nuoto. Perché nel suo passato il nuoto non è stata una parentesi trascurabile, anzi. A 15 anni, vince il campionato giovanile nei 100 metri dorso. Una promessa dello sport non alimentata dagli agognati successi, troppe delusioni che lo spingono ad abbandonare l’attività sportiva e abbracciare quella attoriale.

Il successo arriva nel 1993 con una pellicola confezionata dai fratelli Vanzina per essere una favola moderna: quel Piccolo grande amore che finisce per sciogliere i cuori delle teenager italiane. Poi nel 1995 un ruolo importante in Palermo Milano- Solo andata di Claudio Fragasso. Tra i registi con cui lavora vi sono i più noti del panorama italiano: Gabriele Lavia (La Lupa), Pupi Avati (I cavalieri che fecero l’impresa), Ferzan Ozpetek (La finestra di fronte), Giuseppe Tornatore (Baarìa), Daniele Luchetti (La nostra via). Bova è stato l’attore perfetto per trasporre sul grande schermo le storie leggere quanto amatissime dagli adolescenti nostrani e partorite dalla penna di Federico Moccia: dapprima Scusa ma ti chiamo amore, poi Scusa ma ti voglio sposare. È tra gli attori più apprezzati della nuova generazione di registi della commedia italiana: Paolo Genovese (Immaturi, Sei mai stata sulla luna), Massimiliano Bruno (Nessuno mi può giudicare, Viva l’Italia), Fausto Brizzi (Indovina chi viene a Natale?).

Un personaggio perfetto per le fiction di casa nostra e per riempire con il suo volto le prime serate tv. Tra le produzioni più note Distretto di Polizia, Francesco, Karol-Un uomo diventato papa, Nassirya, I Medici, Ultimo. Una lunghissima sfilza di opere che ancora oggi, nelle repliche notturne o nei pigri pomeriggi d’estate, continuano a trovare il favore del grande pubblico.

Nel suo futuro, c'è da scommetterci, c'è la regia. Un paio di mesi fa Canale5 ha trasmesso Ultima gara, un docu-film dall’impronta vagamente autobiografica e che ha portato davanti alla macchina da presa campioni del nuoto come Manuel Bortuzzo, Massimiliano Rosolino, Filippo Magnini ed Emiliano Brembilla.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1652878997-3-coop.gif

Un altro capitolo della storia di Raoul Bova riguarda quella che per forza di cose si è imposta per un sex symbol che non ha mancato nel riempire le prima pagine dei giornali di gossip: la sua vita privata e quella amorosa. Dapprima fidanzato con l'attrice Romina Mondello, nel 2000 ha sposato Chiara Giordano, figlia dell’avvocato matrimonialista Annamaria Bernardini De Pace, e dalla quale ha avuto due figli. Poi nel 2013 la crisi e la fine del matrimonio. Raoul si è unito in seguito alla showgirl e modella spagnola Rocìo Muñoz Morales, dalla quale ha avuto due figlie. La famiglia l’unica parentesi estranea al suo lavoro. Al momento è sul set del film di Berardo Carboni Greta e le favole vere. Presto lo vedremo su Canale5 assieme alla compagna in Giustizia per tutti e poi nella seconda stagione della fiction Buongiorno mamma.

Ma il suo futuro si chiama principalmente Don Matteo: affronterà la difficile sfida di confrontarsi con un personaggio amatissimo dal pubblico televisivo, Terence Hill. Nonostante la notizia abbia scosso i fan veterani della fiction, Terence Hill ha dichiarato che la scelta di Raoul è stata più che giusta. Bova, che interpreta un sacerdote, apparirà nel quinto episodio, per il passaggio di testimone con Don Matteo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1652878997-3-coop.gif

Una sfida che non lo spaventa. L'attore si è raccontato recentemente anche nel suo primo libro Le regole dell'acqua (Rizzoli): «Il mondo del nuoto è stato un serbatoio fantastico di lezioni di vita. Alcune le ho capite allora. Altre sono diventate più chiare col tempo». Parole da saggio. Parole da cinquantenne.


© Riproduzione riservata