Benessere Colite

Dieta: pancia gonfia e colite: cosa mangiare

Dieta colon irritabile: cosa mangiare per combattere gli spasmi al colon e contrastare la colite spastica

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-11-2021/dieta-pancia-gonfia-e-colite-cosa-mangiare-500.jpg Dieta: pancia gonfia e colite: cosa mangiare

La sindrome dell'intestino irritabile (Ibs) è una patologia particolarmente diffusa al giorno d'oggi a causa dello stress e di abitudini alimentari scorrette che ne favoriscono l'insorgere. Questa sindrome si manifesta con sintomi quali pancia gonfia, gas intestinali (meteorismo) che talvolta può accompagnarsi a stipsi. La sindrome da colon irritabile dipende dalla difficoltà dell'apparato digerente nel digerire alcuni alimenti. Ovviamente soltanto uno specialista potrà fornirvi le indicazioni necessarie specifiche per curare nel migliore dei modi la sindrome del colon irritabile. Alcune abitudini alimentari corrette possono però far bene a tutti, non solo a chi soffre di colon irritabile. Inoltre la dieta che gli esperti indicano per il colon irritabile permette anche di ridurre i gonfiori per chi non soffre di questa sindrome.

Dieta colon irritabile: cosa mangiare
 Alcune indicazioni hanno carattere generale: ad esempio seguire una alimentazione varia in modo che comprenda tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno, avere una buona idratazione, masticare i cibi a lungo, privilegiare cotture semplici, ad esempio al vapore, alla griglia, ai ferri, al forno. Per quanto riguarda gli alimenti consentiti partiamo dagli ortaggi. In questo senso gli esperti danno il via libera a carote, cavolini di Bruxelles, broccoli, verza, bietole, finocchi, cetrioli fagiolini,  germogli di soia, peperoni, melanzane, lattuga, ravanelli, sedano, spinaci, zenzero, rape, pomodori, zucca e zucchine.

Riguardo ai legumi sono ammessi: lenticchie e ceci in scatola purché ben sciacquati, e piselli freschi. Sono da limitare invece ceci piselli e lenticchie secche e fagioli e fave. Per quanto riguarda i cereali possiamo mangiare grano saraceno, quinoa, amaranto miglio, riso, avena, teff, tapioca e sorgo. Da limitare invece quelli che contengono il glutine quindi il frumento, farro orzo e kamut.

Riguardo invece la frutta fresca sì agli agrumi, frutti di bosco, banane, ananas, papaya, melone, uva e rabarbaro. Per la frutta secca sì a noci e semi, burro di arachidi, semi di chia, girasole zucca e lino, noccioli e pinoli. Da limitare invece albicocche, avocado, cachi, datteri, anacardi anguria, prugne mele more e pere, pistacchi, mango, e anche la frutta disidratata.

Per quanto attiene alle verdure andrebbero limitate barbabietole, asparagi, aglio, funghi, carciofi cipolle topinambur.
Riguardo alle proteine animali sono ammesse quelle derivanti da carne e pesce non trasformati e anche quelle che derivano dalle uova, seitan e tofu.
Per quanto riguarda i formaggi possiamo consumare la fontina, feta, emmenthal, camembert, mozzarella, gorgonzola, gruviera, stracchino, taleggio, parmigiano.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1655816665-3-coop.gif

No invece ad affettati e insaccati. Sono da escludere le spezie mentre possiamo utilizzare le erbe aromatiche. No agli alimenti fritti e trasformati. Riguardo al gelato e allo yogurt sono ammessi quelli privi di lattosio. E' ammesso il cioccolato purché si di qualità fondente.

Gli esperti poi consigliano l'assunzione di probiotici in quanto contribuiscono all'equilibrio della flora batterica e riducono anche l'infiammazione e il gonfiore.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1655816665-3-coop.gif

 Per chi invece lamenta solo qualche problema di pancia gonfia e quindi di gonfiore addominale, gli esperti ci danno qualche consiglio di carattere generale che quindi può essere seguito anche da chi nello specifico non soffre della sindrome di colon irritabile. In questo senso andrà aumentato il consumo di cereali che favoriscono il transito intestinale quali la quinoa e il grano saraceno perchè non gonfiano. Vanno limitati invece gli alimenti che contengono glutine, la carne rossa e i pesci molto grassi in quanto contengono purine. Tra i formaggi sono da prediligere quelli più leggeri, ad esempio di capra e di pecora sebbene per alcuni possono risultare meno gustosi. 


© Riproduzione riservata