Attualità La previsione

Covid, 60mila siciliani isolati a casa: zona arancione il 17 o 24 gennaio

Chi non è in coda per tamponi e vaccini è barricato tra le sue mura, in 14 giorni è esplosa una crisi sconosciuta anche nel 2020

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/05-01-2022/covid-60mila-siciliani-isolati-a-casa-zona-arancione-il-17-o-24-gennaio-500.jpg Chi non è in coda per tamponi e vaccini è barricato tra le sue mura, in 14 giorni è esplosa una crisi sconosciuta anche nel 2020

 Ragusa - Pare che la vera pandemia sia scoppiata ora: 6.415 infezioni in 24 ore, oltre mille ricoveri e 40 morti solo in Sicilia. Mai così tanti dall’inizio dell’emergenza Covid, nel febbraio 2020. Da due settimane, ogni bollettino giornaliero segna un nuovo record, e nel resto d’Italia ci sono regioni messe anche peggio. Di questo passo la zona arancione, che fino a inizio dicembre sembrava ancora lontana, ora potrebbe arrivare già lunedì 17 o il 24 gennaio, scalzando tutte le previsioni degli esteri anche se, con le nuove regole del governo sul super green pass in vigore da lunedì prossimo, le restrizioni riguarderanno quasi esclusivamente chi non si è vaccinato.

Il primo parametro della zona arancione – 150 nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti – sull’Isola è già rosso scuro da un pezzo: al momento siamo a ben 558, +135% in 14 giorni. Colpa della variante Omicron ma "non è necessariamente un brutto segno – sostiene il commissario palermitano all’emergenza Renato Costa -, è più diffusiva ma meno aggressiva, e sta diventando endemica". Certamente c’è una minore percentuale di ospedalizzati in rapporto al numero di infezioni delle precedenti ondate, tuttavia non sembra esattamente un “raffreddore” visto che sta portando in ospedale sempre più cittadini, e non solo tra i 600mila siciliani non vaccinati ancora in giro: nell'ultima settimana c'è stato un aumento del 27% di posti letto occupati in area medica e del 30% in terapia intensiva.

A questo ritmo, le altre due soglie dell’area arancione - 30% di ricoveri ordinari e 20% di rianimazioni - saranno raggiunte tra una decina di giorni. Attualmente sull’Isola sono rispettivamente al 24% e 13% e, in base alle proiezioni statistiche, i due indici potrebbero essere superati prima del responso della cabina di regia ministeriale, che si pronuncerà il 15 gennaio: il passaggio di colore entrerebbe quindi in vigore già lunedì 17 o - nella migliore delle ipotesi - il lunedì successivo, 24 gennaio. La situazione è allarmante pure fuori dai reparti: in Sicilia al momento ci sono quasi 60mila positivi isolati a casa. È a loro - denunciano i medici di famiglia riuniti nella Fimmg - che la Regione non riesce a dare risposte in tempi brevi.


© Riproduzione riservata