Appuntamenti Su Amazon Prime Video

Ballo ballo, in Tv la Spagna franchista coi successi della Carrà

Ballo Ballo è una sfavillante commedia musicale ambientata nella Spagna franchista degli anni '70

Raffaella Carrà

Da lunedì 25 gennaio sarà in anteprima esclusiva su Amazon Prime Video Ballo Ballo di Nacho Álvarez. Il film, una coproduzione italo-spagnola, è prodotto per l'Italia da Indigo Film con Rai Cinema.
Ballo Ballo è una sfavillante commedia musicale ambientata nella Spagna franchista degli anni '70, una celebrazione in technicolor del coraggio di essere se stessi e della libertà d'espressione, attraverso i più grandi successi di Raffaella Carrà, che commenta così il film: "Mi è piaciuto moltissimo come Nacho Álvarez ha lavorato sulle musiche, sono inserite in un modo davvero sorprendente nel film. Gli attori sono tutti bravissimi, la storia è divertente e riesce a raccontare con leggerezza un periodo storico di grande cambiamento. Nacho è stato davvero fantastico nel dirigere questo film. Sentire le mie canzoni cantate da un'altra persona mi ha dato una strana, ma allo stesso tempo piacevole, sensazione… e poi le musiche sono davvero straordinarie e si percepisce anche una forza incredibile attraverso l'intero film, che ti attraversa e riesce ad arrivarti dritta al cuore!".

Con Ballo Ballo arriva un musical pop su una diva altrettanto pop come Raffaella Carrà, icona internazionale non solo gay (una cosa su cui scherza), ma anche simbolo di certa tv e sicuramente di canzoni orecchiabili quasi sempre prive di ogni malinconia.  
Di cosa parla Ballo Ballo? Di una storia di amore, musica e tv ambientata negli anni '70 in Spagna, periodo segnato però anche da una rigida censura dei costumi. Qui troviamo Maria (Ingrid Garcia-Jonsson) una ragazza tanto ingenua e sognatrice quanto piena di vita e con una grande passione per il ballo.
Dopo avere abbandonato il suo promesso sposo all'altare di una chiesa di Roma, la ragazza torna a Madrid e va a vivere con la sua amica Amparo (Veronica Echegui) e riesce anche ad entrare nel corpo di ballo del programma di maggior successo del momento: Las noches de Rosa. Lì si innamora di Pablo (Fernando Guallar), figlio del temibile censore televisivo Celedonio.
La storia tra Maria e Pablo prosegue poi tra alti e bassi, il tutto accompagnato dai piu' grandi successi di Raffaella Carrà e nel segno che la grande missione di ognuno è alla fine soltanto avere il coraggio di cambiare la propria vita.

"La prima volta che ho visto Raffaella era in tv - dice dall'Uruguay il regista -. Poi, quando YouTube è arrivato nel 2005, ho guardato tutti i suoi video musicali. Anni dopo, la mia passione per lei mi ha fatto collezionare tutti i suoi dischi, finchè un giorno l'ho incontrata a casa sua a Roma
per raccontarle di Ballo Ballo".
Perchè è un'icona per cosi' tante persone? "Raffaella è pura felicità, genera una bellissima energia. Penso che la gente la ami per quello che trasmette e ci fa sentire. Raffaella rappresenta la libertà. E' stata la prima - aggiunge Alvarez - a mostrare al mondo latino che puoi fare quello che vuoi ed essere vittorioso".
Cosa ha detto dopo aver visto Ballo ballo? "Mi ha detto che lo adorava e che la mia direzione era perfetta - conclude - . Ha ammesso di aver provato una strana sensazione mentre ascoltava le sue canzoni interpretate da altre persone, ma tra una risata e l'altra ha sottolineato che la musica aveva un arrangiamento perfetto e si è augurata che tutti possano divertirsi come lei".


© Riproduzione riservata