Appuntamenti Vittoria

Il Vittoria Peace Film Fest sarà dedicato a Gianni Molè

L’ottava edizione è rinviata al 2021

Il Vittoria Peace Film Fest sarà dedicato a Gianni Molè

Vittoria - L’ottava edizione del Vittoria Peace Film Fest è rinviata al 2021. Lo rendono noto i direttori artistici Giuseppe e Luca Gambina. «A causa dell’emergenza sanitaria – dichiarano – la kermesse cinematografica dedicata alla pace, prevista dal 14 al 17 dicembre 2020, si terrà, sempre nella Multisala Golden, dal 22 al 25 marzo 2021. Com’è noto, Vittoria è stata classificata “Zona rossa” fino al 25 novembre, secondo l’Ordinanza del presidente della Regione Siciliana. E l’isola, secondo l’ultimo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020, in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre 2020, è ancora classificata “Zona arancione”».

Nonostante il clima di incertezza attuale, i direttori artistici forniscono un’anticipazione sul prossimo festival. «Il Vittoria Peace Film Fest – affermano – sarà dedicato alla cara memoria dell’amico Gianni Molè. Il giornalista ha sempre sostenuto i temi della pace e dei diritti umani, curando seguitissimi seminari sulla deontologia professionale e interloquendo spesso con i cronisti che operano in territori difficili. Attraverso tavole rotonde, partecipati dibattiti e appassionate visioni di film e documentari, Gianni è sempre stato in prima fila per la promozione di un autentico giornalismo di pace». Per ricordarlo, i direttori artistici intendono proseguire nell’organizzazione dei seminari stampa e dedicargli un video e un premio, oltre a quello ormai istituzionalizzato in memoria di Sebastiano Gesù, storico del cinema e presidente del festival per le prime cinque edizioni. Dal 2018 il Vittoria Peace Film Fest è presieduto dal regista Pasquale Scimeca, mentre il cineasta Nello Correale ne è il presidente onorario.

I Gambina sottolineano che «le sale cinematografiche sono chiuse dal 25 ottobre e probabilmente non riapriranno prima del nuovo anno. Spostare il festival a marzo potrebbe consentire anche alle scuole superiori di secondo grado siciliane, che attualmente operano a distanza, di poter fare partecipare gli studenti alle mattinate cinematografiche del festival e di organizzare i Percorsi per le competenze trasversali e l’Orientamento, così come nelle precedenti sette edizioni. Con il festival che inizia nel secondo giorno di primavera, le classi interessate potrebbero avere il tempo e la possibilità di realizzare, in presenza, dei cortometraggi, ai fini della partecipazione alla seconda edizione di Cinestudio. Questa sezione collaterale, dedicata alle produzioni creative audiovisive degli studenti, lo scorso anno è stata organizzata in collaborazione con la dirigente dell’Usp di Ragusa, Viviana Assenza, e con l’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia».

Oltre al recente concorso per la scuola, il festival sin dalla sua fondazione, prevede due selezioni ufficiali: “Lungometraggi e Documentari” e “Cortometraggi”. Possono essere iscritte tutte le opere italiane e straniere realizzate dal 1° gennaio 2020, edite e inedite. La selezione dei cortometraggi è firmata dalla Filmoteca Laboratorio 451 e curata dal giornalista Andrea Di Falco, in collaborazione con Chiara Pitti, Elisa Ragusa e Francesco Savarino.

Il Vittoria Peace Film Fest che punta, da sempre, sulle “declinazioni della pace nel cinema”, è un progetto G&G Cinema Teatri Arene srl, realizzato in collaborazione con il Cineclub d’Essai di Vittoria.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1606207303-3-triumph.gif


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1605517077-3-bapr-arca.gif