Appuntamenti Pozzallo

Memorial Saverio Armenia, l'infermiere pozzallese morto di Covid

Il 29 dicembre in piazza delle Rimembranze a Pozzallo, dalle 9 del mattino alle 19

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-12-2021/memorial-saverio-armenia-l-infermiere-pozzallese-morto-di-covid-500.jpg Memorial Saverio Armenia, l'infermiere pozzallese morto di Covid

Pozzallo - Sarà il primo - di altri appuntamenti futuri - il 1° memorial - domani 29 dicembre 2021 - che ricorderà Saverio Armenia, infermiere del Pronto Soccorso dell’ospedale “Giovanni Paolo II” – Ragusa.

Saverio Armenia è stato una delle tante, purtroppo, vittime del Covid-19 – deceduto l’anno scorso il 11 dicembre 2020. Avrebbe compiuto 51 anni proprio il 29 dicembre 2021. Un infermiere molto stimato dai colleghi e apprezzato dai pazienti. La sua scomparsa lasciò un vuoto immenso non solo nell'Asp di Ragusa ma in tutta la comunità pozzallese.

Quest’anno la moglie Arianna ha voluto ricordare Saverio organizzando, grazie alla disponibilità e alla collaborazione dell’Azienda Sanitaria e del comune di Pozzallo, una giornata dedicata a Saverio. Il messaggio che Arianna vuole fare arrivare alla gente è quello che la vaccinazione, l’anno scorso non era ancora stata avviata la campagna vaccinale, è l’unica strada percorribile per sconfiggere questa pandemia.

Infatti, oltre alle numerose attività in programma, è stata allestita una postazione – con il camper messo a disposizione dall’UOC Dipendenze Patologiche –, dalle ore 9.00 alle 13.00, per la somministrazione dei vaccini. Chiunque potrà cogliere questa opportunità. Asp e Comune hanno voluto condividere questa giornata che servirà a guardare al futuro sottolineando, ancora una volta, come l’arma del vaccino, ci permetterà di riprenderci le nostre vite e guardare a un nuovo domani.

La scomparsa di Saverio Armenia ha rappresentato il sacrificio e l'impegno di tutti gli operatori della sanità che, dal primo momento di questa emergenza, non si sono tirati indietro. Allora non era ancora iniziata la campagna vaccinale che oggi permette di proteggere e salvare tante vite.


© Riproduzione riservata