Attualità Ragusa

La lenta marcia della Siracusa-Gela verso Modica

Parla l'on. Roberto Ammatuna

La Siracusa-Gela

Ragusa - Pur se a rilento il Progetto preliminare del lotto Rosolini/Modica, dell'autostrada Siracusa-Gela, va avanti. L'istruttoria tecnica d'approvazione e' stata terminata e firmata dal Direttore dell'Ivca, Mauro Coletta.

Nei giorni scorsi lo stesso Direttore ha siglato la determina che e' già stata sottoposta alla firma dell'Amministratore Unico dell’Anas, Pietro Ciucci, che in assenza del Consiglio di Amministrazione (decaduto per effetto del noto art. 36 della L. 111/2011) e' l'organo preposto ad esprimere il parere tecnico propedeutico all'approvazione finale. Il Decreto d'approvazione,gia' predisposto in minuta, dopo il protocollo della determina sarà sottoposto all'Amministratore Unico di Anas, Pietro Ciucci, questa settimana e pertanto sarà firmato al più tardi giovedì prossimo. A questo punto, il progetto di cui trattasi, unitamente al decreto di approvazione, sarà inoltrato immediatamente nella settimana a seguire al Cas - Consorzio per le autostrade siciliane - perchè possa richiedere ed ottenere i finanziamenti dalla Regione Siciliana attraverso le misure dei finanziamenti europei. Ottenuto il finanziamento, il progetto verrà dal Cas nuovamente inoltrato all'Anas (Ivca) per l'approvazione del Progetto esecutivo. “Questi sono i passaggi tecnico-burocratici sin qui avviati – afferma l’on. Ammatuna – sintomatici del fatto che seppure con lentezza si continua a procedere verso l’obiettivo finale. Occorre stare sempre attenti e vigili e non dimenticare che soltanto per l’approvazione di una variante sono trascorsi ben otto anni. Se l’Anas avesse approvato il progetto esecutivo, che era nella sua disponibilità, si sarebbe saltato un passaggio ed accorciati i tempi. La mia fretta non è una fregola personale, ma deriva dalla consapevolezza che più tempo passa e meno sicurezze si hanno di ottenere i cofinanziamenti statali e regionali”.  “Sarà mia cura comunque – conclude l’on. Ammatuna – monitorare con attenzione il passaggio che riguarda i finanziamenti regionali, sollecitandone al più presto la concessione”.


© Riproduzione riservata