Attualità Ragusa

E' morto il senatore Giombattista Xiumè

Era nato a Scicli e si considerava sciclitano

Ragusa - E’ morto a Ragusa all’età di 89 l’ex senatore Giombattista Xiumé che per anni aveva diretto la divisione di Chirurgia dell’Ospedale “Paternò Arezzo”.

Nato a Scicli, durante la sua lunga attività politica nelle fila del Movimento Sociale Italiano prima e di Alleanza Nazionale dopo, è stato senatore della Repubblica nella XXII legislatura (dal '92 al '94) e deputato regionale prima (dall'86 al '91). 

Dopo l’uscita di scena dalla vita politica è stato presidente del Consorzio Universitario Ibleo e due anni fa aveva pubblicato un libro autobiografico “Ombre della sera”.

La carriera

Giombattista Xiumè era nato a Scicli il 25 febbraio del 1923; conseguita la laurea in Medicina e Chirurgia nel 1947, all'università di Catania, ottiene la libera docenza universitaria in Semeiotica chirurgica nel 1961 e consegue specializzazioni in Chirurgia generale, Urologia, Ostetricia e Ginecologia. Suoi grandi maestri il prof. Dogliotti e il prof. Arezzi. Dal 1960 al 1993 è primario chirurgo presso l'ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla. E' stato autore di 38 pubblicazioni scientiche; socio della Società italiana di Chirurgia e socio "oro" della Società italiana di Urologia; socio fondatore (e poi anche presidente) dell'Associazione culturale fra i medici della provincia di Ragusa; socio fondatore dell'Associazione medici cattolici di Ragusa; dal 1957 socio del Rotary club di Ragusa (e di recente socio onorario), e dal 1999 al 2004 vice presidente del Consorzio universitario ibleo; il 22 settembre del 2004 viene insignito a Roma, in Campidoglio, del Premio Faber per la sezione "Omaggio alla vita".
Intensa anche la sua attività politica nelle fila di An. Consigliere comunale a Scicli dal 1971 al 1975, deputato regionale dal 1986 al 1991 (membro della Commissione Igiene, sanità e assistenza sociale); nell'aprile del 1994 viene eletto senatore della Repubblica con poco meno di 50mila voti (e per tutta la XII° legislatura fece parte della commissione permanente Igiene e Sanità e della commissione d'inchiesta sulle strutture sanitarie).
Nel marzo del 2010 Giombattista Xiumè dava alle stampe un suo libro "Ombre della sera - ricordi di un chirurgo di provincia", con il ricavato interamente devoluto all'Avis iblea. Si trattava di un concentrato di esperienze professionali, di episodi sconosciuti, di vita vissuta, con l'aggiunta di vecchie e significative foto. Durante la presentazione del libro il prof. Xiumè, emozionatissimo, ebbe a dire fra l'altro: «Debbo confessarlo: ho scritto un po' nella speranza che qualcuno mi legga, ma molto per me; per dare spessore alla mia esistenza, fissandola, per sentirmi ancora vivo».