Attualità Palermo

A Palermo pizze con farine di antichi grani siciliani

Nel luogo dove fu battezzato Francesco Procopio Cutò, il gelatiere che nel Seicento divulgò l’arte del gelato in Francia

  • A Palermo pizze con farine di antichi grani siciliani
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-06-2021/1624524738-a-palermo-pizze-con-farine-di-antichi-grani-siciliani-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-06-2021/a-palermo-pizze-con-farine-di-antichi-grani-siciliani-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-06-2021/1624524738-a-palermo-pizze-con-farine-di-antichi-grani-siciliani-1-280.jpg

Palermo - Ci troviamo in Piazza Francesco Procopio Cutò, nel rione del Capo, nel complesso recentemente ristrutturato denominato Area Quaroni. Qui sorge Procopio, la pizzeria all’interno della galleria commerciale, area prospiciente la Chiesa di Sant’Ippolito, dove Francesco Procopio Cutò, il gelatiere che nel Seicento divulgò l’arte del gelato in Francia, fu battezzato. In questo luogo, inaugurato il 15 marzo 2018, le materie prime di qualità incontrano le farine di grani antichi siciliani nel rispetto dei tempi e di un’accurata ricerca.

Le pizze sono realizzate da Cesare Falsone, pizzaiolo 21enne formato alla Sicilian School of Pizza del maestro Daniele Vaccarella. Ed è proprio per l’attenzione alla stagionalità che mercoledì 23 giugno è stato presentato il menù estivo attraverso un percorso degustazione con gli organi di stampa. L’evento è stato aperto al pubblico.

Le pizze sono state abbinate ai vini della cantina Firriato di Paceco nel trapanese. La particolare attenzione alla cura dei dettagli, da tre anni dà vita a pizze per palati sofisticati che amano materie prime di altissima qualità, che provengono direttamente dai produttori del territorio. Un concept ideato dal titolare Alessio Ciani. “Nel nostro impasto classico - spiega Ciani - utilizziamo solo farine siciliane: farina di grano tenero, farina di tipo 1 molita a pietra, farina di grano siciliani Russello molita a pietra per una maturazione che va da 48 a 72 ore.

Ogni pizza è frutto di un certosino lavoro di ricerca e lunghe prove susseguite nel corso degli anni alla ricerca dell'impasto perfetto, delizioso al palato, con una scioglievolezza sorprendente”. È possibile scegliere anche l’impasto Ai Cereali, Integrale e Gluten Free. Le pizze sono classificate fra le Tradizionali, Speciali e la Sicilia in Pizza Slow Food. Tante combinazioni di farciture. Sono proprio la semplicità e la leggerezza ad esaltare ogni ingrediente, rendendo protagonista il gusto delle materie prime impiegate nella ricetta.

Le pizze sono state battezzate con i nomi delle più rinomate piazze palermitane. C’è la PROCOPIO: Salsa di Datterino giallo, datterino giallo a crudo, mozzarella fior di latte sicula, zeste di limone, burrata e olio evo. In abbinamento Firriato Charme Rosè 2020.


© Riproduzione riservata