Attualità V-Day

A Roma la prima vaccinata d’Italia, è la giovane infermiera Claudia FOTO

La 28enne che lavora allo Spallanzani: "Vaccinarsi è un atto d'amore"

 Roma – Sono state effettuate intorno alle 7.20 le prime tre somministrazioni del vaccino anti Covid allo Spallanzani di Roma, blindato dalle forze dell’ordine che presidiano gli ingressi. La prima dose è stata somministrata all'infermiera Claudia Alivernini (nella foto): "Vaccinarsi è un atto d'amore - ha detto -, un piccolo gesto ma fondamentale per tutti noi". Poi è toccato alla direttrice del laboratorio di Virologia Maria Rosaria Capobianchi, e all’operatore sociosanitario Omar Altobelli. Ad essere immunizzati subito dopo due medici infettivologi dell’Inmi: Alessandra Vergori e Alessandra D’Abramo. Si è trattato delle prime iniezioni in assoluto effettuate in Italia. Al Civico di Palermo cominceranno alle 11.30.

Presenti nell'Istituto, tra gli altri, il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri, il ministro della Salute Roberto Speranza e il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti. "Non è la fine, è ancora lunga ma è l’inizio della fine" ha commentato il governatore laziale e segretario del Pd. ''Oggi è soltanto un giorno che serve a dare l'idea di una bella Europa che ha comprato i vaccini per tutti e che ha organizzato la distribuzione - ha detto Arcuri -. Dalla prossima settimana comincerà la vaccinazione di massa. Si è accesa una luce dopo 11 mesi bui e di oscurità, la strada da percorrere ancora molto lunga: ci vorranno mesi, ma ne usciremo".


© Riproduzione riservata