Attualità Vittoria

A Vittoria il Memorial Giovanni Lo Magno

A 16 anni ci ha lasciati per un brutto male

A Vittoria il Memorial Giovanni Lo Magno

Vittoria - Sabato 31 luglio si è svolto il 1° “Memorial Giovanni Lo Magno”, evento pensato come battesimo della APS “ONE DAY AT TIME”. Nel rispetto delle vigenti norme Covid, il parco dei Tre Laghetti ha accolto la numerosa platea che ha sostenuto la nascita di questa interessante realtà.
Giovanni era un ragazzo sedicenne come tanti altri, pieno di sogni e progetti, amante della musica, del mare, del judo, della vita. Ma Giovanni ha dovuto lottare per quattro anni con un male più grande di lui, che purtroppo a febbraio ha avuto la meglio.
Dall’amore per il figlio, i suoi genitori hanno creato una realtà splendida, la APS “ONE DAY AT TIME” (un giorno alla volta), che ha per simbolo un sole splendente. Il motto scelto è “non è tempo di perdere tempo”, frase che Giovanni ripeteva ogni giorno, senza mai perdere le speranze, con gli occhi pieni di gioia.

Alla serata di sabato essi hanno voluto tutti coloro i quali ci sono sempre stati per Giovanni.
Presenti i Medici del Reparto di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Catania (il Prof. A. Di Cataldo e la Dott.ssa O. Bertuna), l’Ortopedico dell’Ospedale Garibaldi – Nesima (Dott. F. Nicolosi), gli infermieri del reparto di Oncoematologia (G. Privitera e M.Trovato) e del reparto di Rianimazione del “Guzzardi” di Vittoria (G. Salvo).
Del mondo della Scuola presenti la Dirigente dell’I.C. Portella della Ginestra (Prof.ssa D. Mercante), la Dirigente dell’I.C. Pappalardo (Prof.ssa D. Amarù) e la docente che ha curato l’istruzione parentale di Giovanni durante la sua malattia (Prof.ssa G. Spitaleri).
Del judo, sport che Giovanni ha praticato per 5 anni con passione, c’erano i Dirigenti della ASD Titania Judo (Dott. G. Spata e Dott.ssa C. Russo).
Molti gli artisti che hanno voluto rendergli omaggio (il ballerino A. Trovato, la pianista V. Stallone, la pittrice M. Tricomi, la cantante V. Gaglio).
Presenti anche tutti gli amici di Giovanni, che per primi hanno voluto la nascita della APS e, sulle note di “Heal the world” di M. Jackson, hanno abbracciato virtualmente Giovanni.

Importante e gradita è stata altresì la presenza dei candidati a sindaco della Città, tutti in veste di commossi ospiti in platea.
Uno dei momenti più emozionanti della serata è stato senza dubbio la consegna ai genitori della Cintura nera Ad Honorem. I Dirigenti della Titania Judo da subito si sono adoperati perché Giovanni ricevesse il tanto desiderato riconoscimento sportivo, ed il Presidente Nazionale della FIJLKAM (Federazione italiana judo lotta karate arti marziali) Dott. D. Falcone ha sostenuto questo particolare desiderio, attivandosi in prima persona. Giovanni, infatti, ha sempre portato nei reparti e nella vita di ogni giorno i principi basilari del Judo: cadere e rialzarsi, piegarsi senza mai spezzarsi.
Seppur la APS sia stata presentata sabato sera, essa è nata a maggio e da subito si è prodigata in attività sociali come il volontariato nei reparti di oncologia pediatrica e le donazioni a supporto di realtà di volontariato sociale e di famiglie bisognose sul territorio.
Adesso la APS ONE DAY AT TIME , i genitori di Giovanni, i soci, i Dirigenti scolastici e sportivi, tutti insomma hanno grandi progetti. Ci si muoverà tanto nel DARE supporto alle famiglie che vivono quotidianamente il dramma della malattia dei giovani figli, nel DONARE un sorriso ai piccoli pazienti ricoverati nei reparti ospedalieri, nel SOSTENERE ragazzi che diversamente non potrebbero vivere esperienze sportive e culturali.
Del resto “C’è più gioia nel dare che nel ricevere”, e Giovanni in questo è stato capace e lo è ancora di insegnarci tanto della vita.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg