Attualità Il personaggio

Anthony Andaloro, chef siciliano cieco a 5 stelle: la cucina oltre il buio

La luce si è spenta nel 2006, ora prepara risotto con champagne e pesto di rose

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/01-12-2021/anthony-andaloro-chef-siciliano-cieco-a-5-stelle-la-cucina-oltre-il-buio-500.jpg Anthony Andaloro, chef siciliano cieco a 5 stelle: la cucina oltre il buio

 Messina - Antonio Andaloro detto Anthony, siciliano dello Stretto, è cieco dal 2006, quando decide di rimettersi in gioco completamente. Prima che una malattia congenita ereditaria spegnesse la luce, non aveva mai pensato di fare il cuoco o anche solo di adoperarsi in  cucina, anzi: adesso il suo piatto preferito è risotto con champagne e pesto di petali di rose. Va da se che non è facile avere a che fare con fiamme e coltelli da non vedente ma, superata la barriera del buio, non l’ha abbattuto più nessuno.

Fino a diventare, nel 2015, uno dei soli quattro blind chef a 5 stelle d'oro al mondo. "È nata una nuova persona reinventata - racconta a Fanpage - facendo orientamento, mobilità con il bastone e il cane guida, studiando Braille, seguendo corsi di autonomia”. La missione era di dimostrare, ai fornelli, che non ci sono limiti alla forza di volontà e “le barriere esistono solo nella testa".

Nel 2016 il bis con la Stella della Ristorazione come blind chef a 5 stelle; nel 2017 il premio dall'Unesco come unico chef Quality Food; nel 2019 l’investitura di Ambasciatore solidale del mondo; nel 2021 la nomina a Fiduciario e ancora Ambasciatore della Libera Università Rurale dei saperi e dei sapori. "Sono molto orgoglioso di quello che faccio e fiero di essere un cieco - dice -, bisogna accettare la disabilità andare avanti". Missione compiuta.


© Riproduzione riservata