Attualità

Blutec: si apre uno spiraglio per Termini Imerese

Blutec: si apre uno spiraglio per Termini Imerese

PALERMO, 12 MAG Si apre uno spiraglio per lo stabilimento di Termini Imerese e per i 900 lavoratori, tra diretti e indotto, ai quali a giugno scadrà la cassa integrazione con l'incubo della liquidazione di Blutec. Nel corso di un vertice in videoconferenza con il governo regionale e i sindacati, il Mise ha ufficializzato la pubblicazione di un nuovo avviso "esclusivo" per la fabbrica siciliana con lo scopo di attrarre investitori nell'area industriale. Ad occuparsene sono i commissari straordinari di Blutec, che hanno ricevuto l'input dal ministro Giancarlo Giorgetti. La mossa rilancia le voci di un possibile interessamento, già filtrato nelle scorse settimane, da parte del colosso Amazon, che sta cercando un'area nella Sicilia occidentale dove realizzare il nuovo hub logistico; in campo ci sarebbe anche un altro gruppo impegnato nel settore dell'energia mentre non è chiaro a questo punto il destino del Consorzio Sud, che si era fatto avanti col primo bando. La vice ministra Alessandra Todde ha assicurato inoltre che si sta valutando "la proroga della cassa integrazione per ulteriori 12 settimane, fino al prossimo 30 settembre" e che è "attualmente al vaglio del ministero del Lavoro". Dal governo Musumeci arriva la rassicurazione sui fondi già stanziati nell'accordo di programma, scaduto tre anni fa. "Avevamo messo 90 milioni, confermiamo che le risorse ci sono e sono disponibili per Termini Imerese", dice l'assessore alle Attività produttive, Mimmo Turano. Per il governatore Nello Musumeci, "ci sono oggi tutte le condizioni per avviare un serio e credibile piano di reindustrializzazione". (ANSA).
   


© Riproduzione riservata