Attualità ROMA

Bozza Dpcm, controlli sul green pass non oltre 48 ore prima

Bozza Dpcm, controlli sul green pass non oltre 48 ore prima

ROMA, 12 OTT "Per far fronte a specifiche esigenze di natura organizzativa, come ad esempio quelle derivanti da attività lavorative svolte in base a turnazioni, o connesse all'erogazione di servizi essenziali, i soggetti preposti alla verifica" del Green pass "possono" richiederlo ai lavoratori "con l'anticipo strettamente necessario e comunque non superiore alle 48 ore, ciò anche in relazione agli obblighi di lealtà e di collaborazione derivanti dal rapporto di lavoro". Lo prevede la bozza di dpcm che regola il controllo del Green pass sui luoghi di lavoro.
    Tra le regole precisate dal provvedimento, la possibilità di richiedere il certificato anche da parte degli italiani vaccinati all'estero, con apposito modulo online anche per loro familiari.
    Per i controlli in azienda sarà messo a disposizione un set di specifiche funzionalità" per una verifica "quotidiana e automatizzata" rivelando solo il "possesso" di un certificato "in corso di validità" e non "ulteriori informazioni". (ANSA).
   


© Riproduzione riservata