Attualità Vittoria

Ciccio per un soffio. A Vittoria è primo Aiello, l'usato sicuro

43 anni dopo la prima elezione a sindaco, sfiora l'ennesima sindacatura

Ciccio per un soffio. A Vittoria è primo Aiello, l'usato sicuro

Vittoria - Usato sicuro meglio del nuovo. Sindaco già sei volte. Il Leoluca Orlando di Vittoria sfiora l'elezione a sindaco a primo turno. Francesco "Ciccio" Aiello ha accarezzato la vittoria oggi nella sua Vittoria. 

Per tutto il giorno il candidato sindaco del centrosinistra e del Pd è stato sopra il 40%, soglia che avrebbe consentito la vittoria a primo turno. Ma in serata il risultato definitivo è sceso al 39,28%. Per un soffio, quindi, Vittoria andrà al ballottaggio. Si contenderanno la poltrona più alta di palazzo Iacono Ciccio Aiello e Salvo Sallemi, candidato del centrodestra che ha ottenuto il 29,13% dei consensi. Staccati, di gran lunga, Piero Gurrieri, Cinquestelle, e Salvatore Di Falco, civico proveniente dal centrosinistra. 

Aiello fu sindaco per la prima volta nel 1978, ovvero 43 anni fa, quando il 75enne politico vittoriese di anni ne aveva 32. Nato a Vittoria il primo Agosto 1946, Ciccio Aiello si è laureato in lettere moderne all'Università di Catania ed è stato docente di italiano e latino al liceo classico Cancellieri e al liceo scientifico Cannizzaro di Vittoria. Candidato alle comunali, per la prima volta nel 1970 nella lista Sinistra Unita, fu eletto con 729 voti.
Nel 1975 divenne consigliere comunale nelle liste del PCI con 1667 voti. Fu eletto sindaco per la prima volta il 16 Febbraio del 1978. Eletto ancora consigliere comunale, sempre nelle liste del PCI nel 1980, con 10.654 voti, fu rieletto sindaco il 9 luglio 1980. Nel 1981, per la prima volta candidato nella lista Spiga, venne eletto deputato regionale con 18.179 voti.
Ancora consigliere comunale nel 1985 con 10.690 voti, un anno dopo, ancora nella lista Spiga, fu rieletto deputato regionale con 23.721 voti. Il 15 agosto 1988, dopo le dimissioni di Salvatore Garofalo, fu eletto sindaco per un breve periodo e fu quindi vice sindaco della giunta Cilia.
Nel 1990, nelle liste del PCI con 12.194 voti, fu ancora eletto consigliere comunale e quindi nominato vice sindaco nella giunta Cilia. 18.996 furono i voti che gli permisero, nel 1991, di essere eletto per la terza volta a deputato regionale, nelle liste PCI-PDS Zona Ippari. E, nel 1992 divenne assessore regionale all'agricoltura nel governo Campione. Il 1993 lo vide ancora consigliere comunale, con 1557 voti, nelle liste del PDS e il 14 Maggio 1995, nella lista Progetto Vittoria, con elezione diretta del sindaco, divenne primo cittadino con 18.207.
Rieletto sindaco nel 1997 e nel 2002, si dimise il 12 ottobre 2005.
Alle amministrative del 2006, è stato eletto consigliere comunale con 432 nelle liste dei DS. 

Assessore regionale all'agricoltura due volte
Aiello ha ricoperto l’incarico di assessore all’agricoltura nel 46° e nel 47° governo regionale, nel periodo compreso tra il 1992 e il 1993, nei due governi Campione. Ma il nome di Ciccio Aiello fa rima con Vittoria, la città di cui è stato sindaco per ben sei volte. Nelle ultime due occasioni, nel 2011 e nel 2016, non fu eletto. Ma l’ex assessore regionale all’Agricoltura (con Lombardo nel 2012, e prima nei governi regionali del 1992-93) non ha paura della sconfitta e per questo ci riprova, torna in campo. Per la nona volta. E sfiora l'elezione. Se ne riparla fra due settimane. 


© Riproduzione riservata