Attualità Calcio

Confronto Europa e Sudamerica: chi ha vinto più mondiali?

Il divario non è molto, e il grande merito va dato soprattutto al Brasile, che con le sue 5 vittorie

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/06-12-2022/confronto-europa-e-sudamerica-chi-ha-vinto-piu-mondiali-500.jpg Confronto Europa e Sudamerica: chi ha vinto più mondiali?

Le statistiche e i numeri sono qualcosa che affascina, nonostante siano informazioni fredde e senza passione. Ma forse piacciono proprio per questo: perché sono oggettivi e super partes, sopra le parti appunto. Non esiste il “secondo me è più forte...” o “per me merita di più...”, ma solo “questo è”, punto. E quindi, partendo proprio da questo assunto e rispondendo alla domanda iniziale: chi ha vinto più mondiali tra Europa e Sudamerica? La risposta è presto detta: Sudamerica 9, Europa 12.

Il divario non è molto, e il grande merito va dato soprattutto al Brasile, che con le sue 5 vittorie (unica squadra ad averne vinti tanti) riesce a tenere testa alle nazioni della UEFA insieme ad Argentina e Uruguay con 2 edizioni a testa. La Germania e l’Italia, con 4 edizioni a testa, portano in alto il nome europeo, seguite da Francia con 2, Spagna e Inghilterra a 1. Quest’ultima, nonostante sia uscita dalla comunità europea, fa però ancora parte calcisticamente della UEFA, quindi va di diritto annoverata tra i paesi dell’Europa.

Non compaiono invece, tra le squadre che hanno vinto almeno un’edizione mondiale, i paesi asiatici, americani, africani e oceanici. Se volessimo fare una classifica considerando anche i podi, quindi i secondi e terzi posti, avremmo:

·       45 trofei UEFA (Union of European Football Associations)

·       17 trofei CONMEBOL (Confederación Sudamericana de Fútbol)

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1673517429-3-giap.png

·       1 trofei CONCACAF (Confederation of North, Central America and Caribbean Association Football)

·       0 trofei AFC (Asian Football Confederation)

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1673517429-3-giap.png

·       0 trofei CAF (Confédération Africaine de Football)

·       0 trofei OFC (Oceania Football Confederation)

L’Europa continua ad avere il predominio e anzi, aumenta ancor di più la differenza tra le due Federazioni. Vedremo chi la spunterà in questa edizione. Per quanto riguarda le quote vincente Mondiali, secondo i bookmakers stranieri il Brasile è ancora la favorita, ma dovrà vedersela con l’Argentina, altra favorita al titolo e con la Francia tra le più accreditate.

In questa edizione della Coppa del Mondo Fifa 2022 è capitato, forse per la prima volta nella storia, che agli ottavi di finale, quindi all’inizio della fase a eliminazione diretta, fossero rappresentate tutte le Federazioni calcistiche mondiali. Per la UEFA troviamo l’Olanda, la Croazia, la Francia, la Polonia, l’Inghilterra, la Spagna, il Portogallo e la Svizzera per un totale di 8 squadre su 16; per la CONMEBOL l’Argentina e il Brasile; per la CONCAF gli Stati Uniti d’America; per l’AFC il Giappone e la Corea del Sud; per la CAF il Marocco e il Senegal e per l’OFC l’Australia.

Tra le sorprese di questa edizione sicuramente stupisce l’ingresso agli ottavi, per la seconda volta dopo Germania 2006, dell’Australia (eliminata già dall’Argentina per 2-1); anche la presenza del Senegal alla fase ad eliminazione diretta non è cosa comune, visto che è alla sua terza partecipazione complessiva; anche per il Marocco è il secondo ingresso, dopo il primo del 1986, agli ottavi di finale; infine, per come è arrivato soprattutto, impressiona il Giappone, che è riuscito a battere Germania e Spagna nella fase a gironi e ad accedere per la quarta volta dal 2002 agli ottavi di finale.

La prevalenza di squadre Europee e Sudamericane è iniziata nel lontano 1930, quando la prima edizione dei mondiali fu organizzata e vinta dall’Uruguay. Allora le squadre partecipanti erano solo 13 con molte assenze, anche importanti, che in qualche modo hanno falsato il risultato finale. Per assistere a un mondiale più “voluminoso”, fatto di 24 squadre, dobbiamo aspettare l’edizione di Spagna 1982, con l’Italia vincitrice seguita da Germania Ovest, Polonia e Francia. Nel mondiale di Francia 1998, vinto dai padroni di casa in finale contro il Brasile, si è passati a 32 squadre, fino ad oggi, all’ultimo mondiale così numerato. Dal 2026 saranno infatti 48 le squadre partecipanti alla fase finale della Coppa del Mondo.

In attesa di conoscere gli esiti di questa edizione in Qatar, ci auguriamo di vedere una delle squadre facenti parte delle altre federazioni arrivare un giorno in finale e, perché no, alzare prima o poi la coppa al cielo. Chissà che non capiti proprio quest’anno?


© Riproduzione riservata