Attualità L’allarme

Covid, gli esperti: «I non vaccinati si infetteranno entro due anni»

Bassetti d’accordo con Crisanti: caduta ogni restrizione, il virus è dilagherà in chi non è protetto

Bassetti d’accordo con Crisanti: caduta ogni restrizione, il virus è dilagherà in chi non è protetto

 Roma - «C’è una buona possibilità che chi non è vaccinato contro il Covid si possa infettare entro 2 anni. Questo perché la variante Delta è molto più contagiosa rispetto alle precedenti, somiglia in questo alla varicella, e se dovesse continuare a circolare - perché rimane una percentuale sostanziosa e sostanziale della popolazione esposta - queste persone si infetteranno. Molti faranno una forma asintomatica di malattia, ma una percentuale farà una forma impegnativa. Quindi lasciare circolare la variante Delta senza vaccinarsi è molto rischioso».

Matteo Bassetti, direttore delle Malattie infettive del San Martino di Genova, aggiunge oggi la sua voce a quella di altri esperti, che – con l’allentamento delle misure anti Covid, ormai praticamente inesistenti - prevedono un’infezione di massa nella popolazione non immunizzata da qui al 2023. Anche il virologo Andrea Crisanti, ospite ieri sera della trasmissione ‘Piazzapulita’ su La7, afferma che «la maggior parte delle persone che sono riluttanti a vaccinarsi hanno paura. Dicono che se sono attenti e hanno comportamenti adeguati, forse non si infettano. Ecco, io voglio rassicurare tutte queste persone: con la variante Delta, che ha un indice di trasmissione superiore a 7, tutti quelli non vaccinati si infetteranno entro due anni». 


© Riproduzione riservata