Attualità Coronavirus

Covid Sicilia, due comuni arancioni e contagi in crescita: è un campanello?

Terza dose di vaccino contro lo spettro del ritorno delle chiusure invernali

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-10-2021/covid-sicilia-due-comuni-arancioni-e-contagi-in-crescita-e-un-campanello-500.jpg Covid Sicilia, due comuni arancioni e contagi in crescita: è un campanello?

 Catania - Torna la zona arancione in due comuni siciliani: le restrizioni anti Covid saranno applicate a Castel di Iudica nel catanese (foto) e Lercara Friddi nel palermitano, da domenica 31 ottobre fino a venerdì 11 novembre. Lo prevede l’ordinanza firmata ieri sera dal governatore Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe, a causa dell’alto numero di positivi in rapporto ai vaccinati. In sostanza, subentra il limite di quattro persone al tavolo, conviventi esclusi.

Venerdì, per il secondo giorno consecutivo dopo quasi due mesi, i nuovi contagi (471 nuovi casi da 308) e il tasso di positività (al 3,7 dal 2,3%) hanno proseguito ad aumentare in Sicilia, così come la media italiana (che tuttavia ha il tasso di positività all’1,1). La provincia di Ragusa si è tuttavia distinta per il minor numero di infezioni, uno appena, nonostante i due morti su 3 a livello regionale. Il dato importante per mantenere il bianco sull’Isola sono i ricoveri, che grazie ai vaccini continuano al contrario a restare stabili, sia nei reparti ordinari che nelle terapie intensive. Per prolungare l’immunizzazione collettiva e non risentire dell’effetto no vax sulle nostre vite, bisogna che chiunque si sia vaccinato a breve lo faccia anche con la terza dose


© Riproduzione riservata