Attualità Da manuale

Covid Sicilia, guida ai vaccini: quali marche per quali categorie

Target e sieri: le linee ufficiali della Regione, e le eccezioni

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/20-05-2021/covid-sicilia-guida-ai-vaccini-quali-marche-per-quali-categorie-500.jpg Covid Sicilia, guida ai vaccini: quali marche per quali categorie

 Ragusa – Con il tutti dentro in corso nella campagna vaccinale siciliana, e la sempre più limitata possibilità di scelta delle marche dei sieri, ristretta dall’eccesso di Astrazeneca, è bene fare un po’ di chiarezza sui parametri stabiliti dal Ministero della Salute per l’assegnazione del tipo di vaccino in base a fasce di età e categorie.  In linea con le proprietà e con le reazioni dei diversi sieri, ecco cosa prevede la guida pubblicata dalla Regione Siciliana per ogni target:

Soggetti estremamente vulnerabili: Pfizer o Moderna
Over 80: Pfizer o Moderna
Per tutti coloro di età compresa tra 16 e 79 anni con comodibilità: Pfizer o Moderna
Età 60-79 anni: preferibilmente Astrazeneca o Johnson & Johnson
Età 50-59 senza patologie: Pfizer o Moderna
Età 40-49 senza patologie: Pfizer o Moderna
Forze dell’ordine: in età inferiore ai 60 anni Pfizer o Moderna, in età maggiore ai 60 AstraZeneca o Johnson & Johnson
Operatori sanitari e non sanitari: in età inferiore ai 60 anni Pfizer o Moderna, in età maggiore ai 60 AstraZeneca o Johnson & Johnson
Personale scolastico: in età inferiore ai 60 anni Pfizer o Moderna, in età maggiore ai 60 AstraZeneca o Johnson & Johnson

L’indicazione Aifa e Cts di evitare preferibilmente la vaccinazione con Astrazeneca per gli under 60 è stata però già superata nella pratica. Per quanto riguarda, ad esempio, le generazioni a cui si è appena aperto il piano - over 40 e 50 - le direttive sono diverse rispetto a quelle che riguardano le fasce dagli over 60 in su: lo stato di salute non è più determinante ma diventa solo un parametro aggiuntivo per il tipo di vaccino somministrabile. Teoricamente, per la “raccomandazione” tuttora vigente e sopra riportata, dovrebbero ricevere indistintamente Pfizer o Moderna. Ma difficilmente le linee guida potranno essere rispettate, visto il malloppo Astrazeneca da smaltire e l'assenza di rischi elevati nel somministrarlo ai più giovani. Sta già avvenendo in tutte le regioni, Sicilia inclusa. E le cronache da tempo ormai non riportano più notizie di malori gravi o trombosi sospette legate alle iniezioni.


© Riproduzione riservata