Attualità

Elezioni: Leoluca Orlando, per il Pd una 'tempesta perfetta'

https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/26-09-2022/1664207107--news-ragusa.jpg&size=749x500c0 Elezioni: Leoluca Orlando, per il Pd una 'tempesta perfetta'

PALERMO, 26 SET "Una "perfetta tempesta" caratterizza i risultati elettorali del centro sinistra, e in particolare del PD,tanto nelle elezioni nazionali quanto nelle elezioni regionali siciliane I risultati elettorali vanno doverosamente rispettati,ma impongono per la loro drammatica pesantezza una rigorosa analisi e scelte forti per evitare la frammentazione, l'incancrenirsi e lo spegnimento di ogni seria alternativa ad una destra che in Italia ha i tratti del populismo, del sovranismo e rischia di pregiudicare valori e diritti costituzionali". Così l'ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando commenta l'esito del voto sottolineando che sono stati "senza esito i numerosi richiami alla gravità della situazione rappresentati alsSegretario Enrico Letta con chiarezza e in largo anticipo". "Una "perfetta tempesta " argomenta Orlando si è abbattuta ed ha reso ininfluente il voto di quanti hanno comunque scelto il PD nonostante limiti, soffocante autoreferenzialita' ed errori di suoi dirigenti nazionali, regionali e locali. La preannunciata celebrazione di un Congresso nazionale e la non ricandidatura del Segretario Enrico Letta sono a questo punto necessarie, ma del tutto prive di effetti se vissute come stanche scelte rituali". Per Orlando "occorrono atti di rottura per liberare la proposta politica da una soffocante consorteria di correnti che condiziona scelte di protagonismi e di contenuti e per avviare un autentico processo "rigenerativo" radicato nelle realtà territoriali , fondato sulla ricerca ed il coinvolgimento di esperienze vissute e capaci di indicare una prospettiva di futuro".
    "Senza tale "processo rigenerativo" conclude Orlando qualunque opposizione alla destra apparirà debole, non credibile, rituale". (ANSA).
   


© Riproduzione riservata