Attualità Polemiche

Gianna Nannini: il mio video non voleva offendere la Polizia

Poliziotti raffigurati come maiali nel video dell'ultima canzone della Nannini, che replica: Mi rifervo a un singolo fatto preciso e clamoroso

Gianna Nannini: il mio video non voleva offendere la Polizia

«Non posso credere che una canzone d’amore come L’aria sta finendo scateni tutto questo odio». Gianna Nannini ha replicato alle polemiche innescate da alcuni sindacati di polizia italiani, e dalla Lega Nord, circa il videoclip in cui appaiono alcune animazioni che mostrano agenti con il viso da maiale che picchiano una persona nera inerme. 

«La musica ha i suoi messaggi e così i video che li rappresentano. L’ “Arte” è uno stato indipendente. Nessuno di noi, e me per prima sia chiaro, vuole offendere la polizia e chi rischia ogni giorno la propria vita, ma nemmeno vogliamo che un altro essere umano abusi del proprio potere». La cantautrice senese ha poi confermato il riferimento ai tragici fatti di Minneapolis: «Purtroppo siamo tutti a conoscenza di tragici episodi in cui è capitato, vedi il caso di George Floyd negli USA. È per questo che nel video alcune istituzioni vengono raffigurate, per esempio, con volti di maiali e non di persone: proprio per evidenziare forme di potere degenerate e non umane. Love and peace sempre».


© Riproduzione riservata