Attualità

Giornate degli Autori, la Siae premia Amelio e Ciprì

https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/08-08-2022/1659961805--news-ragusa.jpg&size=335x500c0 Giornate degli Autori, la Siae premia Amelio e Ciprì

ROMA, 08 AGO In occasione della 19/a edizione delle Giornate degli Autori, sezione autonoma della Mostra del cinema di Venezia (31 agosto 10 settembre), la Siae attribuirà due premi ad autori impegnati tra indagine sociale e racconto del reale, tra la scrittura e il disegno della luce del nostro cinema: il Premio Siae alla carriera va a Gianni Amelio, quello al Talento Creativo a Daniele Ciprì.
    Amelio, in concorso alla Mostra con Il signore delle formiche, è un habitué a Venezia dove presentò, nel 1982, il suo primo lungometraggio Colpire al cuore. Alcuni anni dopo era tra i candidati alla corsa agli Oscar per l'Italia con I ragazzi di Via Panisperna e vincitore del gran premio della giuria a Cannes con Il ladro di bambini. "Amelio si legge nella motivazione ha forgiato il suo mestiere del cinema attraverso la feconda stagione del cinema per la televisione, ha affinato la sua arte nutrendo il grande schermo di filosofia e letteratura, ha saputo usare la sua arte per affrontare grandi piaghe come la nostra stagione del terrorismo e acceso il dibattito su temi importanti come la disabilità. Con questo riconoscimento celebriamo insieme ad Amelio grandi artisti come Gian Maria Volonté e Leonardo Sciascia, Giuseppe Pontiggia ed Ermanno Rea e a lui chiediamo di continuare la necessaria ricerca del coraggio che caratterizza i suoi personaggi e tanto assomiglia all'Italia di oggi e di domani".
    Ciprì sarà a Venezia dove presenterà il suo ultimo lavoro, il cortometraggio La fornace, prodotto da Eikona Film in associazione con Slinkset e Rodeo Drive, cofinanziato dalla Sicilia Film Commission e realizzato con il contributo degli allievi della Scuola di Cinema Piano Focale e in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti ed Euroform. La motivazione del premio recita: "Il riconoscimento a Daniele Ciprì esalta la competenza nel mestiere del cinema applicata alla genialità, lo spirito creativo supportato dalla pratica. Un autore che rende concrete le fantasie dei registi e che attraverso la propria coscienza sociale ci racconta chi siamo. Il premio al Talento Creativo a Ciprì è un incoraggiamento a continuare a raccontarci la sua terra, i nostri vizi e come convivere con essi". (ANSA).
   


© Riproduzione riservata