Attualità Roma

Il catanese Guido Longo è il nuovo commissario della Calabria

Conte: "Un uomo delle istituzioni, che ha già operato in Calabria, sempre a difesa della legalità"

Il prefetto Guido Longo è il nuovo commissario della Calabria

Roma - Il cdm ha deciso. Sarà Guido Longo, ex prefetto di Vibo Valentia, il nuovo commissario della Calabria. Dopo una lunga serie di rifiuti, gaffe e imbarazzi, il caso sembra arrivato a una svolta. L'ultimo colpo di scena in mattinata, quando è tramontata l'ipotesi di Miozzo, coordinatore del Cts.

"Un uomo delle istituzioni, che ha già operato in Calabria, sempre a difesa della legalità", ha twittato il premier Giuseppe Conte subito dopo la nomina di Longo.

Guido Longo - 68 anni, nato a Catania - ha lavorato a lungo a Palermo, come investigatore della squadra mobile, addetto alle sezioni Narcotici e Omicidi. Era la fine degli anni Ottanta, la stagione dell'aggressione dei corleonesi di Riina e Provenzano. Longo è stato poi alla Direzione investigativa antimafia, dove ha indagato sull'attentato a Giovanni Falcone, del 23 maggio 1992.

Nel 2009, è stato nominato questore di Caserta, poi ha ricoperto lo stesso incarico a Palermo. È stato prefetto a Vibo Valentia (era già stato in Calabria, a Reggio, come dirigente della locale squadra mobile). Gli è rimasta la fama di essere un superpoliziotto, "sbirro vecchia maniera - come ama definirsi lui - sempre in strada, a contatto con la gente, che va ascoltata".


© Riproduzione riservata