Attualità Noto

Il vescovo cantante Staglianò sabato lascia Noto e va a Roma

Tra i papabili successori il Vescovo ausiliare di Messina, Mons. Cesare Di Pietro

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/04-08-2022/il-vescovo-cantante-stagliano-sabato-lascia-noto-e-va-a-roma-500.jpg Il vescovo cantante Staglianò sabato lascia Noto e va a Roma

Noto - Dopo 13 anni il Vescovo di Noto Antonio Staglianò, cantante e cantautore, promotore della Pop Theology, lascia Noto per assumere un incarico romano. L'annuncio sarà dato sabato alle 12 in cattedrale a Noto. Fra i nomi che circolano come successori papabili di Staglianò quello del Vescovo ausiliare di Messina, Mons. Cesare Di Pietro. 

Monsignore Cesare Di Pietro è nato a Messina il 12 marzo 1964, da famiglia messinese. Dopo gli studi classici al Liceo “G. La Farina”, si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Messina. Per sei anni ha ricoperto l’incarico di Vice Presidente diocesano dell’Azione Cattolica per il Settore Giovani. Nel 1991, entrato nel Seminario Arcivescovile, ha frequentato l’Istituto Teologico “San Tommaso” per la formazione al sacerdozio, che ha ricevuto da S.E. Mons. Giovanni Marra il 25 ottobre 1997.
Il 28 maggio 2018 è eletto alla Chiesa titolare di Nicopoli all’Jantra e nominato Vescovo Ausiliare di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela. Il 2 luglio riceve l’ordinazione episcopale nella Basilica Cattedrale “S. Maria Assunta” in Messina da Mons. Giovanni Accolla, Arcivescovo Metropolita di Messina, coconsacranti Mons. Vittorio Luigi Mondello e Mons. Francesco Montenegro.

Ha conseguito il Dottorato in Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma (2008) e ha frequentato il corso biennale di Paleografia, Archivistica e Diplomatica in Vaticano. Nel 2017 ha ottenuto la licenza in Diritto Canonico alla Lateranense.


© Riproduzione riservata