Attualità Sciopero

Infermieri ragusani a Palermo: la protesta FOTO VIDEO

In presidio nel capoluogo, con centinaia di colleghi da tutte le altre province

 Ragusa - Una delegazione di infermieri aderenti al NurSind di Ragusa ha partecipato al sit in che si è tenuto oggi a Palermo in occasione della giornata di sciopero indetta dal sindacato, per protestare contro carenza di personale e stipendi bassi. E, soprattutto, per un precariato dilagante, fatto di partite Iva e cococo. E dire che appena fino a due anni fa, nel pieno della prima ondata, erano dipinti come gli eroi della pandemia, in prima linea a combattere un virus allora sconosciuto. Nel filmato, l'intervento del segretario provinciale Giuseppe Savasta.  “La manifestazione è riuscita – dice Salvo Calamia, coordinatore siciliano del Nursind – vogliamo sensibilizzare cittadini e istituzioni sulle gravi criticità che ogni giorno siamo costretti ad affrontare per garantire una corretta assistenza ai pazienti”.

Le richieste, inoltrate a Palzzo d'Orleans, sono: adeguamento dello stipendio di infermieri e ostetriche alla media Ue; aumento dei corsi universitari per formarne di più; superamento del vincolo di esclusività per poter garantire standard assistenziali in tutte le strutture sanitarie pubbliche e private". E ancora accelerare concorsi, mobilità e “riconoscere il carattere usurante della professione infermieristica". In una parola, riorganizzare il comparto non piu' solo secondo esigenze di contenimento della spesa.


© Riproduzione riservata