Attualità l’Aerosmurf.

L’aereo dei puffi è atterrato all’aeroporto di Catania

Atterraggio originale all’aeroporto di Catania Fontanarossa. Sulla pista d’atterraggio, infatti, è arrivato un aereo carico di Puffi.

L’aereo dei puffi è atterrato all’aeroporto di Catania

L’aereo dei simpatici personaggi blu dei fumetti, i Puffi, ideati nel 1958 dal belga Peyo è atterrato ieri mattina all’aeroporto di Catania.
“Noi Puffi siam così, noi siamo Puffi blu, puffiamo su per giù due mele, poco più” cantava Cristina D’Avena e noi insieme a lei sognando il magico mondo di Grande Puffo, Puffetta, Birba e Gargamella. E se ti dicessimo che da oggi è possibile volare a bordo dell’aereo dei Puffi?
Ecco l’Aerosmurf spuntare all’aeroporto di Catania. Alla “guida” dell’aereo, manco a dirlo, Grande Puffo! Il velivolo, proveniente da Bruxelles, è arrivato nello scalo etneo ieri mattina.

Sulla pista d’atterraggio, infatti, è arrivato un aereo carico di Puffi. Si tratta di un volo di linea della Brussels Airlines, che grazie ai suoi decori particolari e vivaci ha rallegrato l’atmosfera in aeroporto. Si tratta di un aereo vero e proprio allestito da Brussels Airlines per celebrare una delle più celebri icone del Belgio, i Puffi, nati dalla matita del fumettista belga Peyo, e che proprio quest’anno festeggiano i loro primi 60 anni.


Ma com’è nata l’idea dell’aereo dei Puffi?
È iniziato tutto lo scorso anno con un concorso lanciato da Brussels Airlines e rivolto a designer e ad appassionati di grafica, ai quali fu chiesto di inviare la propria idea o il proprio disegno circa la loro idea di icona belga. Tra le 1415 idee ricevute, tra cui le famose patatine fritte, è arrivata anche quella dell’italiana Marta Mascellani che ha proposto di celebrare i Puffi. Idea confermata poi con entusiasmo dal grande pubblico.
È nato così Aerosmurf, che prende il nome da un album dei fumetti dei Puffi che racconta la storia di un Puffo che sognava di volare. L’ometto blu provò tante soluzioni ma nessuna di esse funzionò, fino a quando non costruì un aereo, l’Aerosmurf.

Un Airbus A320 che fino al 2023 porterà i Puffi nei cieli europei europei per la gioia di grandi e piccini.
Su tutta la fiancata dell’aeromezzo, infatti, sono raffigurati i piccoli e azzurrissimi personaggi di uno dei cartoni animati cult degli anni Ottanta. In corrispondenza della cabina di controllo un Grande Puffo, vestito da pilota, conduce un aereo carico di Puffi al posto dei passeggeri.
Di seguito la foto dell’aereo dei puffi all’Aeroporto di Catania all’Aeroporto di Catania.


© Riproduzione riservata