Attualità Enna

La dirigente dei “morti spalmati” modera il convegno sul Covid

Maria Letizia Di Liberti riabilitata alla grande, sul palco della sanità che conta

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/04-03-2022/la-dirigente-dei-morti-spalmati-modera-il-convegno-sul-covid-500.jpg La dirigente dei “morti spalmati” modera il convegno sul Covid

 Enna - Arrestata un anno fa e ancora sotto inchiesta per i dati "taroccati" della pandemia in Sicilia, aprirà la prima sessione dei lavori di un convegno sul Long Covid, patrocinato dall'assessorato alla Salute da cui fu allontanata nel marzo 2021. Un incontro organizzato dall'Ordine dei medici di Enna, che si terrà domani all'hotel Federico II, e al quale parteciperanno esperti da tutta Italia incluso il virologo Fabrizio Pregliasco.

Un rientro in grande stile per Maria Letizia Diliberti, la a dirigente del Dasoe indagata con Razza e altre persone dalla procura di Palermo per aver "spalmato" i dati di contagi, ricoveri e morti comunicati al ministero. Pochi giorni fa ha ottenuto dal tribunale del Riesame la revoca della sospensione dai pubblici uffici visto che "non sussiste più il pericolo di inquinamento delle prove", conferma l'avvocato Fabrizio Biondo.

Laureata in Economia e commercio, Di Liberti modererà la prima sessione dei lavori che ha al centro il ruolo della comunicazione sanitaria e della medicina generale. "Non è stata una mia idea - afferma Renato Mancuso, presidente dell'Ordine ennese, intervistato da Repubblica -, mi è stata segnalata dal gruppo di lavoro di Catania: certamente ha competenza su dati di tipo epidemiologico in quanto ex direttore del dipartimento Attività sanitarie”.

“Forse – aggiunge - bisognava riflettere di più sull'opportunità della sua partecipazione a un evento patrocinato dall'assessorato da cui è stata allontanata ma nessuno ha segnalato l'incongruenza. Può sembrare uno svarione – minimizza Mancuso - ma non toglie nulla all'importanza di un convegno dal quale potrebbero uscire indicazioni fondamentali per la gestione dei sintomi persistenti del post Covid".


© Riproduzione riservata