Attualità Overdose

Lombardia, Moratti peggio di Gallera: “Più vaccini alle regioni più ricche”

Riesumata dall’oblio, l’ex ministro e sindaco milanese non perde tempo per tornare a far parlare di sé

Lombardia, Moratti peggio di Gallera: “Più vaccini alle regioni più ricche”

 Milano - L’hanno scongelata a 71 anni suonati dal freezer in cui era conservata da ormai 10 consecutivi - dopo la fallimentare gestione di Palazzo Marino, nel 2011 - pensando che peggio dell’ex assessore Giulio Gallera sarebbe stato difficile fare. Ma Letizia Moratti non ha perso tempo a far rimpiangere lo sprovveduto predecessore: 10 giorni. Tanto c’è voluto dalla doppia nomina dell’ex ministro dell’Istruzione, e primo cittadino di Milano, a vice-Fontana e responsabile della sanità lombarda. Come? Chiedendo di “ripartire i vaccini anche in base al Pil della Regione”: "qui ci sono tante imprese - spiega -, se si aiuta la loro ripresa si contribuisce alla ripresa del Paese".

Argomentazioni "estremamente coerenti e logiche" annuisce il governatore Attilio Fontana, in linea con quanto esternato dall’eurodeputato leghista Angelo Ciocca, che a metà dicembre propose "vaccini su base economica” perché “un padano vale di più”, altrimenti “è peggio per tutti”. A ricordare a tutti che, in un Paese civile e democratico, la salute viene prima dei soldi è stato direttamente il ministro Roberto Speranza: "Tutti hanno diritto al vaccino indipendentemente dalla ricchezza del territorio in cui vivono". Se questa è la destra che deve subentrare a Conte, poveri noi.  


© Riproduzione riservata