Attualità Scicli

Luzi: vaccini, così i carabinieri combattono gli illeciti

Intervista al Corriere della Sera

Luzi: vaccini, così i carabinieri combattono gli illeciti

Scicli - "Dal 26 dicembre, data di arrivo del primo stock di vaccini, abbiamo garantito oltre 100 servizi di tutela su tutto il territorio nazionale, con l'impiego di 250 carabinieri, scortando quasi mezzo milione di dosi, ovunque, verso tutti i siti di somministrazione. Le scorte ai vaccini proseguono senza registrare criticità, e sono l'ultimo tassello di un impegno intensissimo che vede, dal marzo 2020, oltre 30.000 unità impiegate ogni giorno nei servizi anti-Covid".

Così il nuovo comandante generale dei carabinieri, Teo Luzi, intervistato dal Corriere della Sera. Come procedono i controlli sul rispetto delle
priorità nella somministrazione dei vaccini e su altri aspetti della campagna appena cominciata? "Finora non abbiamo registrato anomalie - dice il generale Luzi - Contemporaneamente stiamo collaborando con la magistratura su presunte illegittimità nella somministrazione del vaccino a soggetti non rientranti nelle categorie di priorità; stiamo approfondendo alcune situazioni emerse a Modena, Cosenza, Brindisi, Scicli in Sicilia e Carbonia in Sardegna, ma non appare un fenomeno diffuso".


© Riproduzione riservata