Attualità La contraddizione

Maturità light, boom di 100 e record di lodi: ma non erano tutti ignoranti?

I dati del Miur in totale controtendenza rispetto al report Invalsi

Maturità light, boom di 100 e record di lodi: ma non erano tutti ignoranti?

 Ragusa - Boom di 100 e record di lodi alla seconda maturità light in epoca Covid: +40% di pieni voti rispetto all’anno scorso, quando la prova era già solo orali. I numeri del ministero dell’Istruzione riportano che in Italia si sono diplomati tutti gli ammessi: il 99,8%. Diminuiscono voti bassi: i 60/100 sono solo il 4,8% e  oltre uno studente su due, il 53%, ha preso un voto superiore a 80. Ma è rispetto agli esami pre-Covid che i dati sono impressionanti: dal 2019 le lodi sono raddoppiate e i 100/100 quasi triplicati.

Eppure le prove Invalsi 2021 appena diffuse segnalavano il tonfo della dad, con metà dei maturandi che nelle materie di studio ne sa come in terza media. Il Sud è un caso: sono infatti proprio le regioni del Mezzogiorno - quelle che hanno registrato il peggior risultato all’Invalsi, con un ritardo incolmabile negli apprendimenti - in cima alla classifica dei voti migliori. In Sicilia uno studente su cinque ha preso 100 o 100 e lode, il 20,7% per l’esattezza, e lo stesso in Calabria e Puglia.  


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg