Attualità Modica

Modica, ecco chi sarà il sindaco del dopo Abbate

E se fosse la prima sindaca? Modica è donna...

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/06-12-2021/modica-ecco-chi-sara-il-sindaco-del-dopo-abbate-500.jpg Modica, ecco chi sarà il sindaco del dopo Abbate

Modica - La ruota delle elezioni amministrative, a Modica, comincia a girare. Si prospettano le alleanze, che a dispetto del passato, riguardano le persone, piuttosto che i partiti.
Come dice Pietrangelo Buttafuoco, “la maggioranza silenziosa del Paese non ha rappresentanza politica e culturale, considerando la scarsa affluenza” alle urne.
Si aprono ragionamenti, sia pure lentamente, perché è presumibile che a Modica non si voterà prima dell’autunno del 2022.
L’unica certezza sono le dimissioni del prossimo 7 maggio dell’attuale sindaco Ignazio Abbate, già da tempo in corsa per le elezioni regionali.
Quale sarà il nuovo solco politico, il nuovo modello di sviluppo della Città, dopo otto anni di guida abbatiana?
Se per i partiti generalisti non sembra esserci alcuna radice in grado di fare crescere consensi, si pensa a rinsavire il civismo come unica possibile strada per un progetto amministrativo credibile.
Per il post Abbate, affascina l’idea di una donna alla guida della comunità. Per Modica sarebbe la prima volta. Modica, del resto, è donna...Il Pd sembra dividersi sul nome della candidata Ivana Castello, attuale consigliere comunale, mentre nell’area moderata echeggia il nome di Marisa Giunta, che già ha guidato con piglio autorevole il Consiglio comunale, oltre 15 anni fa.
Si schermiscono entrambe. Come del resto l’attuale assessore Maria Monisteri che attende però l’imprimatur di Ignazio Abbate, che sul fronte maschile della sua giunta vede reclamare pari opportunità dall’ing. Giorgio Linguanti.

Nel tavolo di centrodestra, serve un patto di ferro tra leghisti, meloniani e cespugli residui di Forza Italia. Scalpita Giorgio Aprile, già consigliere comunale: non fa mistero del suo sogno.
Scartato a priori un ritorno sulla scena politica di Piero Torchi per la sua indisponibilità, un’idea che non spiacerebbe all’attuale sindaco potrebbe essere incarnata da Nino Scivoletto, che matura apprezzamenti per avere dato una ribalta internazionale al cioccolato.
Ma si ragione ancora sulle possibili alternative. Ed ecco allora il nome che non t’aspetti. L’avvocato Carmelo Ruta, già sindaco di Modica per due legislature.
E in un’area di grande centro dei moderati, fa gioco anche il nome di Riccardo Minardo, parte della storia recente della Città.


© Riproduzione riservata