Attualità Roma

Morto Nicoletti, banda della Magliana, il secco di Romanzo Criminale

Enrico Nicoletti fu il cassiere della banda della Magliana

Morto Nicoletti, banda della Magliana, il secco di Romanzo Criminale

Roma - È morto a Roma Enrico Nicoletti, il cassiere della banda della Magliana. Si è spento a 84 anni in una clinica romana. Era affetto da gravi problemi di salute.

Una vita tra arresti e lusso, ville e azioni criminali, in quella Roma dove per anni comandava la holding del crimine della Banda della Magliana. Più volte in carcere, detentore dei patrimoni e delle ricchezze accumulate dalla feroce organizzazione che negli anni '70 seminò sangue e morte a Roma, Nicoletti, come un gangster di altri tempi, amava il lusso ostentato. Come testimoniava anche la sua casa con parco, poi confiscata, e destinata dal Campidoglio nel 2005 a sede della Casa del jazz. Nicoletti infatti, originario di Monte San Giovanni Campano, in provincia di Frosinone, è stato infatti il proprietario di Villa Osio, un complesso di fine anni Trenta immerso nel verde, in via di Porta Ardeatina, trasformato dal lui stesso con maniacale meticolosità nei dettagli in una sorta di reggia, con marmi, stucchi e idromassaggi a due posti con rubinetti in oro.

Il Secco di Romanzo Criminale
Per chi ha visto la serie Romanzo Criminale Il Secco, nel film interpretato da Stefano Fresi e nella serie da Vincenzo Tanassi, è ispirato alla figura di Enrico Nicoletti.


© Riproduzione riservata