Attualità Lettera appello

Non vaccinato muore di Covid, i figli: «Non fate come lui»

“Non era no vax, aveva solo paura”. In rianimazione si era pentito: "Adesso di vaccini ne farei tre"

Non vaccinato muore di Covid, i figli: «Non fate come lui»

 Cuneo - "Nostro padre non si era vaccinato perché aveva paura: era stato ricoverato tanti anni fa per tbc e temeva il vaccino potesse dargli problemi. Non ha fatto in tempo a cambiare idea perché è arrivato il Covid e poi subito la terapia intensiva. Ma si era pentito. Ci aveva detto: 'Se potessi tornare indietro ne farei tre, di vaccini'. Lo raccontiamo affinché sia da monito per chi ha paura. Senza vaccino quella contro il Covid è una guerra senza armi: quando ci sei dentro non torni più indietro, è un passo irreversibile”.

A raccontare quest’altra storia italiana di dolore provocato dal Covid sono Danilo e Sandro, figli di Edgardo Toti, 76 anni (foto), ex dipendente comunale in pensione di Fossano, in Piemonte. I figli hanno scritto una lettera pubblica lanciando un appello affinché la storia di loro padre possa essere utile a tanti che in questi giorni di proteste e fake news finiscono per avere paura a vaccinarsi.

“Nostro padre era in perfetta salute - spiegano i figli -, aveva persino prenotato il vaccino, poi però ha scelto di rimandare. E non ha cambiato idea in tempo. Non era un No Vax, aveva solo paura. Anche nostra madre era timorosa ma ora ha deciso di prenotarsi e si vaccinerà nei prossimi giorni. A volte manca l’informazione corretta e ci sono tanti fattori che portano a fare delle scelte ma l’appello che facciamo è: rivolgetevi a un medico, chiedete, perché il Covid è una brutta bestia e il vaccino l’unica arma che abbiamo ora per affrontarla”. 


© Riproduzione riservata