Attualità

Per Palamara anche accusa corruzione atti giudiziari

Per Palamara anche accusa corruzione atti giudiziari

PERUGIA, 22 FEB Nuove accuse per l'ex consigliere del Csm Luca Palamara nel corso dell'udienza preliminare in corso a Perugia. La procura ha infatti modificato il capo d'imputazione contestandogli i reati di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio e corruzione in atti giudiziari.
    Stessi addebiti contestati all'imprenditore Fabrizio Centofanti e ad Adele Attisani.
    I magistrati del capoluogo umbro hanno depositato nuovi atti nell'udienza che si è svolta oggi. Tra questi una corposa informativa della guardia di finanza, verbali di diversi testimoni e riscontri acquisiti nel corso delle indagini.
    In particolare Palamara al quale era stato contestato inizialmente il reato di concorso in corruzione per un atto d'ufficio è accusato di avere acquisito informazioni riservate da pubblici ministeri di Roma e di Messina rendendole note a Centofanti. Da questi sarebbero poi passate sempre in base alla ricostruzione accusatoria all'avvocato Piero Amara.
    Palamara avrebbe quindi ricevuto da Centofanti viaggi, soggiorni e lavori eseguiti da varie ditte presso l'abitazione di Adele Attisani, amica di Palamara e considerata "istigatrice" delle presunte condotte illecite.
    La procura perugina è stata rappresentata dal capo dell'Ufficio Raffaele Cantone e dai sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano. (ANSA).
   


© Riproduzione riservata