Attualità Il fenomeno

Punta Secca e le altre secche: la spiegazione dell'Ingv è un mix di fattori

Uno strano anticiclone dietro l’abbassamento del livello del mare, dal ragusano al messinese

 Santa Croce Camerina - Anticiclone anomalo, maree stagionali e alta pressione atmosferica sono responsabili dell'inconsueto abbassamento del livello del mare che a Punta Secca, nel ragusano (foto 1), e a Sciacca, nell’agrigentino (foto 2), sta scoprendo i fondali siciliani. Un fenomeno osservato anche sui litorali di Messina e Mazara del Vallo, nel porto di Licata e a Pantelleria, dove l'abbassamento del livello del mare ha fatto affiorare addirittura alcune strutture dell'antica città sommersa di Eraclea.

Gli scienziati dell’Ingv lo spiegano con “la presenza di maree primaverili e di un anomalo anticiclone che insiste da giorni su gran parte d'Europa sono i responsabili: l'alta pressione - continuano - ha causato una temporanea diminuzione del livello marino di circa 14 centimetri, in corrispondenza della bassa marea media osservabile per questa stagione”. Ma probabilmente ha contribuito anche il forte vento, da terra e da nord: i mareografi hanno registrato per molte ore, sulle coste dell’Isola esposte a sud-ovest, un abbassamento delle acque fino ad oltre 30 cm.  


© Riproduzione riservata