Attualità Roma

Quirinale, Berlusconi rinuncia: "Draghi resti premier"

Quirinale, Berlusconi rinuncia: «Proposta centrodestra all'altezza»

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-01-2022/quirinale-berlusconi-rinuncia-draghi-resti-premier-500.jpg Quirinale, Berlusconi rinuncia: "Draghi resti premier"

Arcore - Silvio Berlusconi rinuncia alla candidatura del Quirinale. È appena iniziato il vertice dei leader del centodestra, via zoom. Ma tra i collegati non c'è il Cav. Per Forza Italia presenti Antonio Tajani e Licia Ronzulli. Berlusconi - a quanto si apprende - avrebbe preferito non essere presente perché si possa parlare liberamente di lui. Alle 16.30 c'è stata invece - sempre da remoto - la riunione dell'ex premier (che si trova ad Arcore) con i suoi ministri e sottosegretari e i dirigenti di Fi per fare il punto della situazione sulla strategia del Colle. «Ancora non ho deciso», avrebbe detto Berlusconi, secondo quanto riferito da alcune fonti.

A dettare la linea del vertice è stato il leader della Lega Matteo Salvini: «Stiamo lavorando per una soluzione positiva, rapida e efficace, per la prima volta dopo trenta anni i numeri dicono che il centrodestra è maggioranza nel parlamento e fuori», ha sottolineato intervenendo al Forum del pensiero identitario europeo, sul tema del Quirinale. «Abbiamo onore e onere di fare proposte», ha ribadito Salvini. Pensiamo a «un presidente che accompagni il Paese per sette anni», tutto «ragionando per il bene del paese».

I ministri al Cav: «Decidi cosa fare, noi sempre con te»
Qualsiasi scelta tu faccia noi l'appoggeremo sino alla fine. È il coro unanime rivolto Berlusconi che s'è levato dai ministri azzurri nel corso dello zoom appena concluso. Mariastella Gelmini, a quanto si apprende, avrebbe espresso qualche preoccupazione sui numeri, Mara Carfagna avrebbe ricordato che gli attuali responsi sarebbero meno entusiasmanti di quelli rilevati da prima di Natale, tuttavia nessuno avrebbe chiesto al Cavaliere di esaminare un eventuale «passo di lato».

Tajani: «Per FI Draghi deve rimanere premier»
«La linea di Forza Italia è che Mario Draghi non vada al Quirinale, rimanga a Palazzo Chigi, dove è inamovibile, e che nel governo non ci debbano essere nè rimpasti, nè nuovi ingressi». Lo ha detto, a quanto apprende l'Ansa, il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani all'incontro via zoom con il Cavaliere. Inoltre, aggiunge Tajani «non è possibile accettare la ghettizzazione della sinistra nei confronti dei candidati del centrodestra».


© Riproduzione riservata