Attualità Raffaella Carrà

Raffaella Carrà, Madrid le intitolerà una piazza nel quartiere gay

Approvata la proposta dei progressisti di Màs Madrid di dedicare una piazza della capitale della Spagna a Raffaella Carrà.

Raffaella Carrà, Madrid le intitolerà una piazza nel quartiere gay

Madrid dedica una piazza a Raffaella
Raffaella Carrà, Madrid le dedica una piazza, approvata la proposta. La piazza dedicata alla nota artista Italiana, sarà situata fra i numeri civici 43 e 45 della calle Fuencarral di Madrid, il quartiere gay del Paese. Tra qualche tempo, passeggiando per Madrid, ci si potrà imbattere in Piazza Raffaella Carrà. La giunta comunale madrilena infatti ha approvato la proposta di dedicare una piazza della capitale spagnola all'artista italiana deceduta il 5 luglio scorso.
Tutti i partiti - rivela il sito del quotidiano El Diario - hanno votato a favore tranne Vox, che si è astenuto. L’unico partito ad astenersi è stato Vox. La notizia è stata riportata anche dalla pagina Facebook ufficiale della Carrà, oggi gestito da parenti e amici. “È ufficiale: fra i numeri civici 43 e 45 della calle Fuencarral di Madrid ci sarà una piazza col nome della grande Raffaella Carrà”, si legge nel post.
L'iniziativa era stata presentata da Más Madrid "per valorizzare la memoria di questa donna, cantante, compositrice, presentatrice, ballerina, coreografa e icona di riferimento per tutti i madrileni e le madrilene e in particolare per la comunità LGBT +". E infatti piazza Raffaella Carrà si trova nel quartiere gay di Madrid la Chueca.

"Roma faccia come Madrid"
Fabrizio Marrazzo, portavoce del partito Gay e candidato sindaco della Capitale, torna sulla sua proposta di intitolare una via o una piazza alla Raffa nazionale: la famiglia dell'artista - rivela - si è detta "onorata da tale scelta". E aggiunge: "Roma è la città dove Carrà ha vissuto, purtroppo la nostra città arriva tardi, io come annunciato all'indomani della sua scomparsa, da eletto mi impegnerò al Comune di Roma per far dedicare il tratto di strada vicino al Colosseo da noi ribattezzato Gay Street a Raffaella Carrà, dove la sua musica è sempre stata presente. Ricordo una sua intervista dove disse: anche se fisicamente non sono al Pride è come se ci fossi perché c'è sempre qualcuno che mi imita e canta le mie canzoni".

La motivazione della scelta
Màs Madrid, come si legge nel post pubblicato su Facebook, considera doveroso intitolare una piazza a Raffaella Carrà nel centro di Madrid.
«Raffaella Carrà merita questo e altro. Lei rappresenta un’icona di libertà per molte generazioni. La sua musica ha ispirato più generazioni. È stata una delle prime figure pubbliche a parlare di libertà sessuale ed è un punto di riferimento per la musica e la televisione, un’icona, per Madrid e per la Spagna intera. Merita questo riconoscimento, visto che è sempre stata molto legata a Madrid, città in cui diceva di sentirsi libera e dove si sentiva molto a suo agio a godersi la vita delle sue strade e delle sue piazze», si legge.
Il post, poi, si chiude con una piccola polemica: “L’Italia perde ancora una volta l’occasione di omaggiare per prima la sua più grande artista”.
 


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg