Attualità Rosolini

Sfiduciato il sindaco di Rosolini Pippo Incatasciato

La prima volta di un sindaco sfiduciato a Rosolini

Sfiduciato il sindaco di Rosolini Pippo Incatasciato

Rosolini - Il Consiglio Comunale di Rosolini ha sfiduciato il sindaco Pippo Incatasciato con 10 voti, 6 i contrari. Si scioglie anche il Consiglio Comunale in una Rosolini che tornerà presto alle urne.

Hanno approvato la mozione di sfiducia tutti i consiglieri di opposizione che avevano precedentemente firmato e protocollato il documento, più il consigliere Tino Di Rosolini e Enzo Vigna. Voto decisivo è stato quello però, inaspettato, del consigliere comunale Emanuele Monaco, di Rosolini La Nostra Terra. 

Pippo Incatasciato è il primo sindaco della storia di Rosolini ad essere stato sfiduciato. A 33 mesi dalle elezioni amministrative di giugno 2018, si apre oggi un periodo buio della storia politica locale. Ora, l’Assessorato Regionale alle Autonomie Locali nominerà un commissario ad acta che guiderà il paese fino al primo turno utile di consultazioni amministrative che probabilmente, per Rosolini, sarà in autunno. 

Pippo Incatasciato Sindaco di Rosolini annuncia ricorso
"Abbiamo lottato sempre con fermezza nell’avversare e scardinare il sistema affaristico.Due anni e mezzo di Amministrazione in cui abbiamo cercato il massimo per la nostra città, lavorando con abnegazione e dati alla mano, la città sta risorgendo.
Nonostante il grande lavoro portato avanti in questi anni, ci siamo trovati di fronte ad una mozione di sfiducia che reputo certamente inopportuna, perché consumata in danno alla città e comunque assolutamente infondata perche’ presentata a dispetto della grande mole di lavoro svolto, considerati i risultati conseguiti, fra tutti nella programmazione economica, nella gestione del servizio ecologico e nella captazione, senza precedenti, di molteplici finanziamenti in campo europeo, nazionale e regionale.
‼️Una mozione presentata da una parte politica che da troppo tempo tiene in pugno la città e ne ha determinato il dissesto finanziario.
I fuochi d’artificio apparsi all’improvviso a seguito della sfiducia, a cura di “qualche nostalgico della vecchia politica”, descrivono perfettamente chi ha orientato l’iniziativa.
Abbiamo lottato sempre con fermezza nell’avversare e scardinare il sistema affaristico.
Evidentemente con il nostro nuovo modo di amministrare la cosa pubblica abbiamo dato fastidio a qualcuno, ma non sicuramente ai cittadini che ringrazio e che hanno dimostrato di avere a cuore la nostra Rosolini. In tal senso voglio ringraziare pubblicamente tutti coloro che in queste ore continuano numerosi ad attestarmi la loro stima, il loro affetto e la loro vicinanza ed è quello che più mi conforta, perché confermano la bontà del nostro lavoro.
Per quanto attiene la parte meramente tecnica -amministrativa della mozione di sfiducia, annuncio sin d’ora che presenteremo ricorso".


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1618911747-3-minauda.jpg