Attualità Covid

Sicilia, chi non ha il green pass ha il coprifuoco in zona arancione

Zona arancione, coprifuoco solo per chi non ha il green pass

Sicilia, chi non ha il green pass ha il coprifuoco in zona arancione

L'assessorato alla Salute della Regione siciliana ha elaborato le faq ovvero risposte alla domande più frequenti sulle misure di contenimento del contagio da applicare all’interno dei Comuni in “zona arancione”. Risposte che di fatto cambiano la situazione e introducono una sorta di zona arancione ma solo per i non vaccinati.

Sono consentiti gli spostamenti se motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità, per ragioni di salute, per il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza, nonché per usufruire delle attività consentite. Per chi non è in possesso di certificazione verde valida, ovvero non sia esente, si applicano le restrizioni agli spostamenti dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo (il cosiddetto coprifuoco).

SICILIA ZONA GIALLA, I DATI
La Sicilia è reduce da una giornata con 1.182 nuovi contagi da coronavirus, secondo i dati dell'ultimo bollettino. Si registrano altri 23 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 22.696 tamponi processati. Gli attuali positivi nella Regione sono 28.125. L'isola resta al primo posto in Italia per contagi giornalieri, il quadro rimane complesso ma la Sicilia dovrebbe comunque evitare la zona arancione.

Le regole attuali prevedono il passaggio in zona gialla quando si supera la soglia di 50 nuovi casi positivi a settimana su 100mila abitanti, i posti letto occupati in terapia intensiva sono oltre il 10% e i ricoveri in area medica sono oltre il 15%. Un'indicazione sul panorama delle regioni più a rischio può essere offerto dall'ultimo report della Fondazione Gimbe, relativo alla settimana 25-31 agosto. Per l'area medica si collocano sopra la soglia del 15% Sicilia (23%) e Calabria (17%); per la terapia intensiva sopra la soglia del 10% Sicilia (13%) e Sardegna (13%).


© Riproduzione riservata