Attualità L'annuncio

Speranza: "Vaccini gratis per tutti, ma ora misure rigide sennò è lockdown"

Il ministro anticipa le speciali limitazioni in arrivo: coprifuoco alle 18 e spostamenti vietati anche tra comuni

Il ministro anticipa le speciali limitazioni in arrivo: coprifuoco alle 18 e spostamenti vietati anche tra comuni

 Il vaccino sarà "gratuito per tutti gli italiani" e la sua distribuzione sarà “centralizzata”: lo assicura Roberto Speranza, durante l’informativa al Senato sulle ulteriori misure in arrivo per fronteggiare l'emergenza Covid. Il ministro della Salute è ottimista data “la tendenza in discesa dell’indice Rt, passato in 4 settimane da 1,7, a 1,4, a 1,2, a 1,08: sono fiducioso che a breve l’indice Rt possa scendere sotto 1”. Ovvero la soglia per riallargare le maglie dei divieti. Fino ad allora però, mette in chiaro, niente sgarri: “"Con il nuovo Dpcm dobbiamo continuare con misure chiare e rigorose. Bisogna limitare gli spostamenti e ridurre i contatti. Le prossime festività vanno affrontate con estrema serietà se non vogliamo nuove, pesanti chiusure tra gennaio e febbraio".

In particolare, per le giornate clou di Vigilia, Natale, Santo Stefano, San Silevstro e Capodanno, si valuta un rafforzamento delle restrizioni attuali, come l’anticipo del coprifuoco alle 18 e il divieto di spostamento anche tra comuni e province oltre che tra regioni. Anche in uno scenario interamente giallo, sarà comunque riconfermato per il futuro il modello della classificazione a tre colori per indice di rischio che, secondo Speranza, "sta funzionando bene". C’è però ancora "una forte pressione sugli ospedali - avvisa -. Servono altre settimane di sacrifici e poi una robusta cura di mantenimento, occhio a non scambiare un primo raggio di sole con lo scampato pericolo".


© Riproduzione riservata