Attualità

Strangola la moglie e poi assume barbiturici a Fano, arrestato

https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com/immagini_articoli/21-11-2023/1700551806--news-ragusa.jpg&size=888x500c0 Strangola la moglie e poi assume barbiturici a Fano, arrestato


Un pensionato di 70 anni, Angelo Sfuggiti, ex titolare di una pizzeria, ha strangolato la moglie, di 66 anni, Rita Talamelli, e poi ha ingerito dei barbiturici, nella casa di famiglia a Fano (Pesaro Urbino). A scoprire cosa era successo è stato uno dei figli delle coppia, al rientro a casa. Sembra che la donna avesse problemi di salute, di tipo psichiatrico.
    L'uomo è in stato di arresto con l'accusa di omicidio volontario, e al momento è piantonato dalle forze dell'ordine nell'ospedale Santa Croce, dove è ricoverato ma non è in gravi condizioni Angelo Sfuggiti avrebbe strangolato la moglie a mani nude, forse durate una lite. L'uomo l'avrebbe poi vegliata per varie ore, sotto choc o intontito dai farmaci che aveva ingerito. La casa dove è avvenuto il delitto, una villetta a due piani in via Montefeltro, a Fano, era in ordine. Il corpo della donna è stato trasportato all'obitorio, a disposizione della magistratura.
    Durante la notte sono stati ascoltati a lungo i due figli della coppia. Le indagini sono condotte dalla Polizia.
   


© Riproduzione riservata