Attualità Alessandria

Tacconi lascia la terapia intensiva. I medici: "È in buono stato"

Trasferito in Neurochirurgia dopo il malore del 23 aprile scorso. Tra qualche settimana via alla riabilitazione

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-05-2022/tacconi-lascia-la-terapia-intensiva-i-medici-in-buono-stato-500.jpg Tacconi lascia la terapia intensiva. I medici: "È in buono stato"

 Alessandria - Stefano Tacconi è stato dimesso dal riparto di Terapia intensiva dell'ospedale di Alessandria dove era stato ricoverato poco meno di un mese fa dopo essere stato colpito da un'emorragia cerebrale. L'ex portiere della Juventus, 64 anni, era stato per giorni in condizioni gravissime. Fra due settimane comincerà il cammino di riabilitazione.

Dopo il malore del 23 aprile scorso Tacconi aveva fatto piccoli progressi e da una decina di giorni i miglioramenti sono stati "molto importanti" come ha scritto il figlio Andrea sui social. Le dimissioni dalla Terapia intensiva sono state rinviate due volte. Nell'ultimo bollettino stilato il 12 maggio dal dottor Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria, che lo sta seguendo con Fabrizio Racca, direttore della Terapia Intensiva, si spiegava che Tacconi aveva fatto "passi avanti molto importanti".

Oggi l'annuncio: "Il paziente è stato trasferito dalla Terapia Intensiva al reparto di Neurochirurgia. Ha acquisito l'autonomia respiratoria e un buon stato di vigilanza. Questo ci permette di essere più ottimisti: sarà necessario gestire alcune problematiche nel reparto di Neurochirurgia, ma possiamo ipotizzare il trasferimento presso una struttura di riabilitazione tra un paio di settimane".


© Riproduzione riservata