Attualità Modica

Tre imprenditori rilevano il Modica Calcio

Attenzione al vivaio e ai nuovi talenti

Tre imprenditori rilevano il Modica Calcio

Modica - Un gruppo di giovani imprenditori e professionisti modicani, in queste ore, hanno messo nero su bianco e chiuso l’accordo, rilevando il Modica calcio. Una sfida che lanciano per rivedere il calcio rossoblù ai vertici siciliani e oltre, il medico odontoiatra, Mattia Pitino, Danilo Radenza, amministratore delegato di una società che gestisce un noto marchio di supermercati in Sicilia, e Salvo Di Raimondo dell’omonimo autosalone rinomato in tutta l’Isola il quale continua comunque a sostenere anche l’altra squadra della città.

“Una scelta di cuore e di passione”, la definiscono i tre. Quella di rilevare una società dalla lunga e gloriosa tradizione e che ha annoverato tra le sue fila giocatori che hanno segnato il calcio siciliano e oltre. E se Pippo Macrì è il nome dei nomi, tanti altri hanno vinto qui come altrove. Le maglie rossoblù di Pietro Scollo, che creò e plasmò la squadra della sua Città, conducendola per decenni e dividendo con essa anche l’ultimo attimo della sua vita. E l’amato ed indimenticato Antonio Aurnia, che tanto ha dato al Modica Calcio, ai suoi tifosi ed alla Città.

Pitino, Radenza e Di Raimondo hanno unito le proprie forze con un impegno diretto e concreto; non solo per acquisire una società calcistica fra le più importanti nell’Isola ma anche per puntare allo sviluppo del settore giovanile composto da ragazzi del territorio e proseguire nella tradizione calcistica, diffondendo i valori e ‘anima’ che il calcio da sempre porta con sè. È di vitale importanza attrarre le generazioni giovani, che possono rappresentare un importante vivaio per la prosecuzione nel tempo del progetto ma soprattutto le fondamenta necessarie per costruire un grandissimo futuro.

Attenzione al vivaio
"A tal proposito motore propulsivo della prima squadra sarà il settore giovanile dell'Airone Modica -dice la nuova dirigenza-, una delle più prestigiose scuole calcio siciliane che ha sede nell'omonimo centro sportivo, frutto di trentennali investimenti della famiglia Pitino nello sport. Il connubio tra la prima squadra, il settore giovanile Airone e le scuole calcio del territorio che vorranno sposare il progetto, darà vita all'accademy Modica Calcio, che avrà come struttura di riferimento anche lo stadio Vincenzo Barone e come obiettivo principale la formazione dell'uomo e dell'atleta che si vuole approcciare ai valori del calcio e dello sport in generale.

E’ importante creare engagement nei confronti del pubblico, non solo appassionato di calcio che dove tornare ad occupare tutti gli spalti costipandoli come un tempo". 


© Riproduzione riservata