Attualità La mappa

Vaccini Covid, le 73 “zone nere” siciliane

Ragusano senza macchie, ma Vittoria e Comiso restano in arancione

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-09-2021/vaccini-covid-le-73-zone-nere-siciliane-500.jpg Vaccini Covid, le 73 “zone nere” siciliane

 Ragusa - Solo 90 comuni siciliani su 391 si avviano a superare il 75% di vaccinati con almeno una dose entro fine settembre, anche se il generale Figliuolo aveva ordinato di arrivare all’80%.  Secondo l'ultimo report della Regione sulle somministrazioni, che ne calcola il ritmo settimanale, continuando di questo passo sono decine le “maglie nere” dove, bene che vada, il traguardo si toccherà addirittura a novembre.

Pochi quelli che salteranno l’asticella già a metà mese, la maggior parte avrà bisogno ancora di 3-4 settimane. Poi ci sono i centri da bollino nero: 73 , in gran parte nelle province di Messina e Catania. Piccoli paesi e centri più grandi come Gela, Butera, Borgetto, Carini, Ficarazzi, San Cipirello, San Mauro Castelverde, Santa Flavia, Torretta, Villabate Adrano, Belpasso e Villafranca Tirrena, solo per citarne alcuni.

Ma nella black list figurano pure rinomate località turistiche - come Taormina, Giardini Naxos, Lipari e Santa Marina Salina - e persino un capoluogo: la città delle baraccopoli, amministrata da un sindaco canterino che nel frattempo sogna Sanremo. Tra l’altro Messina è alle prese pure con la richiesta di informazioni da parte del Garante della privacy al commissario Covid locale, Alberto Firenze, che “avrebbe consegnato ad alcuni sindaci la lista dei nominativi dei residenti sul loro territorio non ancora vaccinati".

Sullo Stretto non sanno più a che santo votarsi: dopo aver ingaggiato Nino Frassica come testimonial, sono arrivati a regalare buoni sconto nei negozi e biglietti omaggio allo stadio. Se i no vax aspettano ancora un po’ forse gli offriranno un bilocale in centro, alla faccia dei concittadini disciplinati. Chissà, magari una canzone di "Scateno" De Luca avrebbe più successo. Le province senza macchie sono invece Palermo, Enna e Ragusa, dove rimontano la china anche Vittoria e Comiso: le uniche due zone arancioni, prorogate però fino al 14 settembre.  


© Riproduzione riservata