Attualità Maglia nera

Vaccini post vacanze, la campagna del gambero: Sicilia unica col segno meno

I paradossi dell’Isola: l’obbligo del green pass, anziché aumentare, ha fatto precipitare la ripresa delle prime dosi

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-09-2021/vaccini-post-vacanze-la-campagna-del-gambero-sicilia-unica-col-segno-meno-500.jpg I paradossi dell’Isola: l’obbligo del green pass, anziché aumentare, ha fatto precipitare la ripresa delle prime dosi

 Ragusa - È sempre un’Italia a due marce quella che emerge dai dati delle vaccinazioni dopo il periodo delle vacanze estivo, in cui la campagna ha subito un fisiologico rallentamento. L’obbligo del green pass per tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre, approvato dal Cdm il 16 settembre, non è servito  smuovere le torbide acque in cui ristagna la Sicilia, che si conferma fanalino di coda ormai cronico del piano vaccinale.

 Nella prima settimana post decreto, dal 17 al 23 settembre, le nuove somministrazioni sono state 568mila rispetto alle 478mila dei 7 giorni precedenti : un +19% di media nazionale tutt'altro che omogenea però nel Paese, e anzi risultante da valori territoriali diametralmente opposti. A trainare la ripresa delle iniezioni è il solito Nord, con Valle d’Aosta (+98,7%), Veneto (+77,3%) e Trentino (+73,3%).

All'altro capo della classifica il Mezzogiorno con Calabria (+9,9%), Campania (+5,1%) e Puglia (+3,3%). D’accordo che la bella stagione al Sud è più lunga, tuttavia non può non colpire il dato della Sicilia, unica regione a registrare addirittura un arretramento delle prime dosi rispetto al periodo feriale e all’introduzione del certificato verde sul posto di lavoro: -0,9%. E questo malgrado l’Isola sia all’ultimo post per vaccinati: solo il 70% degli over 12 è completamente immunizzato, contro la media nazionale del 78,2%.


© Riproduzione riservata