Attualità Elezioni comunali

Vittoria al voto per il nuovo sindaco, lo spoglio dalle 14

I seggi hanno chiuso ieri sera alle 22 e riaperto stamani alle 7, per mezza giornata

Vittoria al voto per il nuovo sindaco, lo spoglio dalle 14

 Vittoria – C’è ancora tempo fino alle ore 14 di oggi per scegliere il nuovo sindaco di Vittoria, sciolta per mafia nel 2018, ma la corsa a quattro potrebbe non esaurirsi al primo turno. In lizza per la poltrona di primo cittadino ci sono: Francesco Aiello, sostenuto da 4 liste (Pd, Cento passi, Aiello sindaco e Psi-Vittoria in Azione); Salvatore Di Falco con 3 (Vittoria Unita, Di Falco sindaco e In Movimento); Piero Gurrieri con 3 (Movimento 5 stelle 2050, Città libera e Nel cuore Vittoria negli occhi il futuro); e Salvatore Sallemi con altre 3 liste (Lega Salvini Sicilia, Diventerà bellissima e Giorgia Meloni per Sallemi sindaco-Fratelli d'Italia).

Solo Di Falco si è dichiarato possibilista per eventuali apparentamenti, esclusi invece dagli altri candidati. Gli aspiranti consiglieri comunali sono 312. In città si torna alle urne dopo una gestione commissariale di oltre 3 anni, con le elezioni rinviate ben quattro volte: a ottobre e novembre 2020, e a marzo e maggio 2021 causa Covid. Vittoria è il più grande dei 6 comuni sciolti per mafia, tra i 42 chiamati a rinnovare la giunta, su cui l'Antimafia ha svolto un controllo preliminare sui nomi delle liste elettorali in base alla cosiddetta legge Severino, senza che risultassero "impresentabili" - cioè politici condannati o in attesa di giudizio - come accaduto invece a Pachino e a Mistretta.

Ricordiamo che non è necessario esibire il green pass, l'elettore deve tuttavia presentarsi al proprio seggio munito di mascherina e può esprimere una o due preferenze per i candidati al consiglio comunale, in quest’ultimo caso devono essere di genere diverso: una femminile e l'altra maschile, altrimenti la seconda preferenza verrà annullata. Inoltre, il voto espresso per una lista si estende al candidato sindaco a essa collegato e non viceversa.

Domenica l’affluenza ai seggi è stata bassa: alle 22 aveva votato il 43%degli aventi diritto contro il 63% della precedente tornata. Lo scrutinio delle schede comincerà non appena chiuse le urne e i risultati provvisori, man mano che verranno trasmessi dalle Prefetture, saranno pubblicati in tempo reale sull’apposito portale online predisposto dalla Regione. L'eventuale ballottaggio, nei 13 centri dove si vota col sistema proporzionale, si terrà domenica 24 e lunedì 25 ottobre.


© Riproduzione riservata