Attualità Il blitz

Vittoria, la casa dell’accumulatore seriale, tra animali ed escrementi FOTO

Liberati decine di animali tenuti nell'appartamento in condizioni disumane, il Comune si occuperà dei disagi del cittadino

 Vittoria – Ecco l’abitazione dell’inquilino vittoriese che, secondo quanto denunciato da Enrico Rizzi, sarebbe stato costretto a dormire sulle scale a causa dei locali ormai invasi di rifiuti, urina e feci: proprie e dei numerosi cani e gatti con cui coabitava da tempo, nonostante le ripetute segnalazioni dei vicini di casa agli organi comunali. Alla fine si sono rivolti all’animalista, confidando nella sua visibilità mediatica, e qualcosa oggi s’è mosso. L’assessorato - ci rivela - voleva dare altri 15 giorni di tempo per sgomberare l’appartamento dagli animali, ma l’attivista si è opposto: “Questa situazione deve finire oggi” ha tuonato, chiamando la polizia municipale.

Nelle immagini vediamo l’appartamento e la liberazione degli animali, a cui ha partecipato lo stesso occupante dell'immobile e che ha vissuto momenti di grande concitazione con le autorità cittadine: durante la diretta social di Rizzi, che alleghiamo in coda, si è scatenato un vero putiferio. L'amministrazione ha assicurato che ripulirà l'appartamento e si prenderà cura del concittadino: una persona in difficoltà che ha bisogno di aiuto, ama i cani e li ha raccolti in buona fede dalla strada per non abbandonarli al randagismo. Alla fine l'operazione si è conclusa con un applauso degli abitanti e una stretta di mano tra Rizzi e gli assessori comunali. 


© Riproduzione riservata