Attualità Sanremo 2021

Zlatan Ibrahimovic: arriva all'Ariston in autostop per la quarta serata

Incidente in autostrada, il calciatore ferma un motociclista per arrivare a Sanremo

Zlatan Ibrahimovic, in autostop per arrivare all'Ariston

Ibra Mihajlovic, il giocatore albanese naturalizzato italiano, ospite dell terza serata si Sanremo 2021 arriva in ritardo ma vince pure con la cover. 
Zlatan Ibrahimovic, presenza fissa al festival di Sanremo, entra in scena solo alle 23 passate. Ad aprire la terza serata sono stati i Negramaro, che tanto hanno dato a Sanremo e alla musica italiana. Ibra atteso per le 21:30, nella scaletta della serata arriva in ritardo a causa di un incidente sull’autostrada. Ad annunciarlo già a serata inoltrata lo stesso Amadeus.
Che il Festival numero 71 avrebbe esordito nel segno di Zlatan Ibrahimovic era abbastanza scontato: l’attesa, le polemiche, le frecciatine di Capello e Berlusconi per quel permesso contrattuale fissato col Milan già la scorsa estate… insomma, le premesse c’erano tutte. Ibra ha fatto Ibra. Non ha deluso, rimanendo fedele al proprio personaggio e recitando l’unica parte possibile: quella di se stesso. Del resto, l’aveva annunciato in conferenza stampa a poche ore dal debutto sul palco dell’Ariston: “La vera sfida è essere se stessi, solo così si è davvero perfetti”.

Ibra in autostop per salire sul Palco di Sanremo
"C'era un incidente in autostrada. Era tutto bloccato, ho fermato un motociclista e ha fatto 60 km per portarmi a Sanremo". Zlatan Ibrahimovic arriva in ritardo al Festival per la terza serata e ne spiega il motivo. L'attaccante del Milan, atteso alle 21.30 all'Ariston, è arrivato dopo le 23. "Zlatan Ibrahimovic doveva essere qui alle 21.30. Ci siamo preoccupati, non sapevamo cosa fosse successo. C'è stato un incidente in autostrada", dice Amadeus presentando l'attaccante del Milan.

"C'è stato un incidente in autostrada, siamo rimasti fermi 3 ore. Sono sceso dall'auto, ho fermato un motociclista e gli ho detto: 'Puoi portarmi a Sanremo?'. Per fortuna era milanista... Abbiamo fatto 60 km in moto, era la prima volta che lui andava in autostrada... Ho fatto 60 km in moto per salvare il mio Festival... non il tuo", dice Ibra rivolgendosi a Amadeus.
Finalmente arriva il momento più atteso e nella terza serata di Sanremo è andato in scena un duetto annunciato da settimane. Anche se, a dire la verità, è stato più che altro un quartetto: non particolarmente a loro agio con il microfono, Sinisa Mihajlovic e Zlatan Ibrahimovic si sono fatti assistere da Amadeus e Fiorello per cantare "Io vagabondo" dei Nomadi (gli "Abbadeus", come da battuta di Fiorello)
Recensione? Meglio sul campo di calcio...


© Riproduzione riservata