Attualità La mappa del rischio

Zone rosse, scontro a oltranza: "Pazienza o sarà il bis dell'estate"

Il ministero della Salute respinge la richiesta delle Regioni di rivedere calcoli e colori

Zone rosse, scontro a oltranza: "Pazienza o sarà l'estate"

 La sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, chiede ai presidenti di regione sul piede di guerra per il colore affibbiatogli di “avere la pazienza di consolidare risultati”, perché  “non c’è la possibilità di aprire immediatamente: se ottieni un risultati e lo bruci subito, si fa il bis dell’estate. Il criterio dei 21 indici è in vigore da aprile ed è un sistema molto raffinato”. Doccia fredda quindi per i governatori, e i lavoratori, che auspicavano degli allentamenti, seppur parziali, alla luce del calo dei contagi. “Non si può cedere alla tentazione di rivedere il film già visto in estate - ribadisce Zampa -. Si può sbagliare una volta, non due”. Anche perché, se pure diminuiscono i nuovi positivi, “il sistema sanitario è sotto una pressione allucinante”.

 “Dobbiamo portare l'Rt sotto alla soglia di 1” ha aggiunto Roberto Speranza, al termine della Conferenza delle regioni di ieri sera. I decessi aumentano perché “sono l'ultimo degli elementi a risentire del cambiamento – spiega il ministro -, ma le misure che stiamo assumendo sono indispensabili, senza queste è impossibile piegare la curva". I governatori più penalizzati però insistono nella necessità "di rivedere, in un’ottica di semplificazione, i parametri che sono stati elaborati nella prima fase della pandemia, procedendo ad un aggiornamento delle indicazioni sull’utilizzo dei test rapidi antigenici e del test di biologia molecolare e alla modifica degli indicatori per il monitoraggio ai fini della classificazione". 


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg